Il super tifone “Sanba” sta raggiungendo le Ryùkyù; massima allerta ad Okinawa, prime raffiche sui 100 km/h

MeteoWeb
L'occhio di "Sanba" quando ha raggiunto la 5^ categoria Saffir-Simpson

Il super-tifone “Sanba”, pur indebolendosi sensibilmente, venendo declassato a tifone di 3^ categoria, con venti molto violenti attorno l’occhio che superano i 190-200 km/h, rappresenta una grande minaccia per le isole Ryùkyù e per Okinawa, che sta iniziando ad essere colpita dal bordo più settentrionale della tempesta, comportando un sensibile aumento della ventilazione e l’avvento dei primi rovesci di pioggia. Salendo verso nord la tempesta entrerà pure su un’area di moderato “Wind Shear”, con aria più secca in quota, che dovrebbe cominciare ad indebolire l’attività convettiva attorno il sistema, che comunque presenta delle dimensioni alquanto notevoli, con un occhio centrale di oltre 35 miglia di diametro. Il top delle nubi all’interno della grande spirale si sta cominciando a scaldare (segno che la convenzione inizia ad indebolirsi per la presenza di acque meno calde), mentre attorno le bande nuvolose a spirale si aprono degli squarci anche notevoli.

Con molta probabilità “Sanba”, a dispetto di quanto previsto, si muoverà più velocemente del previsto raggiungendo l’arcipelago delle Ryùkyù entro il pomeriggio domenicale, come tifone di 3^ categoria, con venti medi sostenuti fino a 170-180 km/h, anche se su Okinawa le tempeste dovrebbero risultare meno violente. Preoccupano maggiormente le forti mareggiate, con grandi ondate alte più di 8-9 metri, e le piogge torrenziali che fra poche ore colpiranno l’arcipelago, provocando ingenti danni e disagi. Proprio poco fa su Okinawa è stata registrata una massima raffica di ben 111 km/h da N-NE, mentre la pressione centrale sta sprofondando sotto i 965 hpa. Ormai manca veramente poco per l’arrivo di “Sanba”, solo questione di ore è le forti tempeste legate al potente tifone sferzeranno violentemente tutte le Ryùkyù.