Previsioni Meteo: settembre finisce con una settimana estrema, tanto maltempo al nord e super-caldo al centro/sud

    /
    MeteoWeb

    Le condizioni del tempo che abbiamo avuto sull’Italia nel primo giorno di questa settimana, lunedì 24 settembre, saranno riproposte giorno dopo giorno per tutta la settimana, e quindi fino alla fine del mese, fino a domenica 30, l’ultimo giorno di questo mese così altalenante e “ballerino“. Come una fotocopiatrice, le condizioni meteo si ripeteranno giorno dopo giorno in modo molto simile rispetto a quanto abbiamo avuto nelle scorse ore, e cioè un clima estremo e molto differente tra le varie Regioni italiane: tanto maltempo al nord, sole e caldo estivo al centro/sud.
    Questo tipo di situazione è legata all’arrivo delle prime tempeste autunnali sull’Europa nord/occidentale, tanto che tra isole Britanniche, Francia e penisola Iberica imperversa già il maltempo da molti giorni, e in settimana ci saranno altre piogge torrenziali con temporali anche intensi.
    La tempesta ‘Nadine’, che rimane nell’Atlantico tra Azzorre e Canarie, richiama verso sud/ovest l’affondo nordico proveniente dal circolo polare Artico, e di conseguenza si attiva una risalita calda, SubTropicale, dal nord Africa verso il Mediterraneo centrale, con masse d’aria molto calde in risalita dal Sahara verso nord/est: ecco perchè nelle scorse ore abbiamo avuto picchi di +40°C in Sicilia e temperature vicine o superiori ai +35°C un po’ su tutte le Regioni centro/meridionali. E nei prossimi giorni sarà ancora così: tra martedì 25 e mercoledì 26 le temperature diminuiranno di qualche grado un po’ in tutto il centro/sud, per poi risalire negli ultimi 4 giorni della settimana fino a picchi di nuovo a ridosso dei +40°C nel weekend, proprio negli ultimi due giorni del mese.
    Non è escluso che possa essere localmente battuto qualche record, come già accaduto oggi a Capo Bellavista, in Sardegna, dove la stazione meteorologica dell’aeronautica militare attiva da 61 anni ha ragistrato +36,0°C battendo il precedente record del 5 settembre 2009, quando furono registrati +35,4°C.
    Al nord, invece, continuerà a imperversare il maltempo e nei prossimi giorni ci saranno ancora piogge e forti temporali soprattutto tra Lombardia, Piemonte, Valle d’Aosta e Liguria. Anche la Toscana, a fasi alterne, sarà coinvolta dalle precipitazioni localmente intense, e a tratti – pur con fenomeni meno intensi – anche la Sardegna.
    Per ogni ulteriore aggiornamento dettagliato sul maltempo al centro/nord, continuate a seguire i nostri aggiornamenti: gli impulsi d’aria umida in risalita da sud/ovest determineranno abbondanti formazioni precipitative proprio nell’area di demarcazione tra la circolazione calda, in risalita da sud/ovest, e quella fredda in discesa da nord/est. Forti temporali, infatti, colpiranno tutta l’area di confine tra le due circolazioni: dalla Spagna orientale alle Baleari, dalla Francia meridionale all’Italia centro/settentrionale. E settembre finirà così, con un’Italia divisa a metà e fatta di autunno al nord e ancora d’estate al centro/sud, dove le spiagge continuano ad essere gremite…