Tempesta Nadine sull’Europa o nel Mediterraneo? E’ ancora presto per sentenze definitive, il punto della situazione

    /
    MeteoWeb

    E’ ancora troppo presto per dare sentenze definitive sull’evoluzione dell’ex uragano Nadine, la tempesta tropicale che sta facendo letteralmente impazzire tutti i modelli e che chissà cosa farà la prossima settimana. Al momento si trova sempre lì, a un passo dalla penisola Iberica, tra le Azzorre e le Canarie, ma alcuni aggiornamenti dei centri di calcolo odierni smentiscono le ipotesi più gettonate nella giornata di ieri, e cioè che Nadine riuscisse ad arrivare su Portogallo e Spagna o addirittura nel Mediterraneo, disegnando una traiettoria completamente opposta e altrettanto incredibile, con la tempesta che torna a muoversi verso ovest, verso il centro dell’oceano, per poi tornare verso l’Europa a fine mese. Sarebbe un’evoluzione davvero a record, visto che Nadine è già attiva da più di due settimane e potrebbe battere tutti i record di massima durata di una tempesta tropicale sull’Atlantico.
    Intanto nelle ultime ore, Nadine s’è addirittura rinforzata con venti che nuovamente superano i 100km/h di raffica al suo interno.
    Attenzione, però, perchè è ancora presto per dare sentenze definitive e l’ipotesi di Nadine che si muove verso lo Stretto di Gibilterra non è assolutamente ancora da scartare in via definitiva, anzi. Dobbiamo ancora attendere nuovi aggiornamenti da parte dei centri di calcolo per capire cosa succederà. A prescindere da Nadine, però, a causa di altre perturbazioni Atlantiche, nei prossimi giorni avremo piogge abbonanti su tutta l’Europa occidentale, dalle isole britanniche alla penisola iberica, mentre sull’Italia centro/meridionale sarà estate piena, con temperature massime ben superiori rispetto ai +30°C. In settimana l’Italia sarà letteralmente divisa a metà: fresco autunnale e piogge abbondanti al nord, soprattutto al nord/ovest a causa della persistenza per giorni e giorni di venti tesi di scirocco che addenseranno nubi cariche d’umidità e d’acqua proprio nei settori più nord/occidentali del nostro Paese, al contrario sole e caldo al sud. Tutto ciò a prescindere da Nadine. Su cui comunque rimangono tutte le nostre attenzioni, perchè la sua evoluzione è ancora tutta da decifrare. Un vero rebus da cui dipendono le sorti meteo/climatiche di fine settembre in Europa. Continuate a seguirci per ulteriori aggiornamenti…