A Venezia è una domenica con l’acqua alta

MeteoWeb

Venezia ha vissuto come previsto una domenica di acqua alta, con una marea che ha toccato una punta massima di un metro e 23 centimetri sopra il medio mare, verso le 9 e 30. Un fenomeno da codice arancio nella scala d’allerta – marea molto sostenuta – : e’ stato allagato circa il 30% del centro storico cittadino. Le previsioni aggiornate stamane dal Centro maree del Comune erano ancora peggiori, con una stima massima di 130, misura che e’ stata comunque registrata dai mareografi al largo della laguna. Sulla costa veneta spira dalla notte scorsa un teso vento di bora, la cui inclinazione pero’ ha favorito e non ostacolato (come succede con i venti da nord) l’aumento del livello del mare. In citta’ erano state predisposte da tempo le passerelle, anche perche’ in mattinata e’ atteso il passaggio nel centro storico della Venicemarathon ed i suoi 8mila partecipanti. L’arrivo resta a Riva Sette Martiri, ma proprio per la presenza dell’acqua alta gli organizzatori hanno scelto all’ultimo di modificare il percorso, escludendo lo scenografico passaggio in Piazza san Marco, punto piu’ basso della citta’. I 4-500 metri del giro nell’area marciana verranno ‘recuperati’ con una piccola deviazione gia’ prevista al passaggio in corrispondenza del Parco di San Giuliano, a Mestre.