Allerte Meteo, Gabrielli preoccupato: “dopo la sentenza di L’Aquila si rischia un continuo al lupo al lupo”

MeteoWeb

Il rischio che si corre, dopo la sentenza emessa dal Tribunale dell’Aquila nei confronti degli esperti della Commissione Grandi Rischi, a proposito della mancata previsione dell’entità del terremoto che ha devastato L’Aquila, e’ che “adesso, si gridi sempre al lupo, al lupo“. E’ quanto paventa il capo della Protezione civile Franco Gabrielli, nel corso dell’audizione davanti alla Commissione ambiente della Camera dei deputati. Gabrielli sottolineache “dobbiamo ripristinare una condizione di responsabilità per il valutatore: vale per i terremoti come per gli uragani o per lo scenario dei Campi Flegrei. Si metta mano a una norma che abbassi la soglia di responsabilità di persone chiamate a esprimersi su materie dal carattere incerto“. Il capo della Protezione civile tiene a precisare che la questione non riguarda solo gli esperti della Commissione Grandi Rischi: “Li ho convocati soltanto cinque volte -riferisce- mentre le decine di valutatori del sistema di protezione civile vengono interpellati ogni giorni. Tutti i giorni ci sono decine e decine di persone che sono chiamate a fare valutazione per quanto riguarda il rischio idrogeologico. E’ questo quello che mi preoccupa“.