Anche la protezione civile è in pre-allerta per la tempesta di dopodomani, mercoledì 31: il bollettino di vigilanza meteo

MeteoWeb

L’allerta meteo ufficiale arriverà domani, nel primo pomeriggio, e la pubblicheremo integralmente come ad ogni peggioramento. Ma intanto già da oggi la protezione civile sta ponendo attenzione a quanto si prospetta per mercoledì 31 ottobre, quella che abbiamo definito come ‘Tempesta di Halloween’.
Ecco il bollettino di vigilanza meteo emesso oggi dalla protezione civile:

Bollettino di Vigilanza Meteorologica Nazionale del 29 ottobre 2012 – Fase Previsionale per domani, martedì 30 ottobre 2012

Precipitazioni: isolate piogge o brevi rovesci su Liguria di Levante, Toscana settentrionale ed occidentale, Sardegna, Calabria meridionale e Sicilia nord-orientale, con quantitativi cumulati deboli.
Visibilità: senza fenomeni di rilievo.
Temperature: in generale e sensibile diminuzione nei valori minimi.
Venti: al mattino forti settentrionali su Molise e Puglia, in attenuazione; nel pomeriggio tendenti a forti meridionali su Sardegna e Sicilia occidentale.
Mari: molto mossi tutti i bacini meridionali, con moto ondoso in attenuazione nel pomeriggio, ad eccezione del Canale di Sardegna e dello Stretto di Sicilia.

Bollettino di Vigilanza Meteorologica Nazionale del 29 ottobre 2012 – Fase Previsionale per dopodomani, mercoledì 31 ottobre 2012

Precipitazioni:
– diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, su Sicilia, Calabria, Basilicata tirrenica, Campania, Lazio, Toscana e Liguria di Levante, con quantitativi cumulati moderati o puntualmente elevati;
– da sparse a diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, sulle restanti regioni settentrionali, sulla Sardegna e sui settori interni delle restanti regioni centro-meridionali, con quantitativi cumulati moderati;
– sparse nel pomeriggio sulle restanti zone dell’Italia, con quantitativi cumulati generalmente deboli.
Visibilità: senza fenomeni di rilievo.
Temperature: in generale e sensibile aumento, specie nei valori minimi.
Venti: forti dai quadranti meridionali su tutte le regioni centro-meridionali, con raffiche di burrasca sulle due isole maggiori, sulle zone tirreniche, in estensione nel pomeriggio alle zone ioniche ed adriatiche. Forti settentrionali sulla Liguria. Forti raffiche nei temporali.
Mari: molto mossi tutti i bacini, tendenti ad agitati il Tirreno e il Mar Ligure, nel pomeriggio lo Ionio e l’Adriatico.