Le previsioni meteo dell’aeronautica militare fino a domenica 7 ottobre: tutti i dettagli per questa settimana

    /
    MeteoWeb

    Il servizio meteorologico dell’ Aeronautica militare comunica le previsioni del tempo sull’ Italia. Situazione: sulla nostra penisola permangono condizioni di instabilità atmosferica che determina, specie sulle regioni centro-settentrionali, un tempo generalmente perturbato. Tempo previsto fino alle 8 di domani. Nord: su Piemonte, Lombardia, Valle d’Aosta e Liguria di Ponente residui piovaschi ma con tendenza a rapido miglioramento nel corso del pomeriggio; sulle restanti zone nuvolosita’ estesa con rovesci e temporali sparsi su tutte le regioni, con attenuazione dei fenomeni dalle prime ore di domani. Nottetempo formazione di banchi di nebbia sulle zone pianeggianti. Centro e Sardegna: condizioni di tempo instabile con rovesci sparsi, anche temporaleschi, piu’ frequenti sulle aree tirreniche; tendenza ad ampi rasserenamenti sulla Sardegna nel corso del pomeriggio; al primo mattino formazione di isolati banchi di nebbia su vallate e zone pianeggianti. Sud e Sicilia: permangono condizioni di spiccata variabilita’ con schiarite alternate ad annuvolamenti associati a locali rovesci o temporali, piu’ probabili sulle regioni tirreniche. Temperature: in diminuzione sia le massime che le minime specie al Centro e al Sud. Venti: deboli variabili al Nord; da deboli a moderati meridionali sulle regioni ioniche peninsulari; moderati dai quadranti occidentali; altrove tendenti a forti sulla Sardegna. Mari: mossi i mari ad Ovest della penisola; da poco mossi a mossi i rimanenti bacini con moto ondoso in aumento sullo Jonio.

    Il servizio meteorologico dell’ Aeronautica militare comunica le previsioni del tempo sull’Italia per la giornata di domani, martedì 2 ottobre. Nord: schiarite anche ampie sulle regioni di Nord-Ovest. Ancora nubi invece sul Nord-Est e sulle zone appenniniche, con piogge e isolati temporali che, pur attenuandosi gradualmente, tenderanno a persistere sino alle ore pomeridiane. Cielo che si aprira’ definitivamente nel corso della serata. Centro e Sardegna: nuvolosita’ variabile sulla Sardegna, con tendenza a schiarite via via piu’ ampie sul settore settentrionale dell’isola e qualche piovasco invece ancora possibile su quello meridionale. Una giornata tra schiarite e annuvolamenti ma senza pioggia per le regioni centrali tirreniche, mentre sulle zone appenniniche e sulle regioni adriatiche la nuvolosita’ sara’ piu’ diffusa e, specie nella mattinata, saranno ancora probabili delle precipitazioni in forma di rovescio. Tendenza a miglioramento piu’ deciso dal tardo pomeriggio. Sud e Sicilia: poche nubi sulla Sicilia. Nuvolosita’ irregolare a tratti intensa invece sul Sud peninsulare, con rovesci sparsi e isolati temporali, specie sulle coste e nell’immediato entroterra di Campania, Basilicata e Calabria nelle prime ore del giorno e sui settori ionici nella parte centrale della giornata. Tempo che migliora con maggiore decisione dalla sera. Temperature: minime stazionarie al Nord e in diminuzione al Centro-Sud; massime in aumento al Nord, stazionarie sulla Sardegna e in diminuzione al Centro-Sud, specie con riferimento all’area appenninica. Venti: in genere deboli o moderati dai quadranti occidentali, con qualche rinforzo sulla Sardegna, sulle coste di Campania, Calabria e Sicilia e, per fine giornata, anche su Puglia e Basilicata. Mari: poco mosso o mosso l’Adriatico; mossi o molto mossi il Tirreno e lo Jonio; mossi il Mar Ligure, il Mare e il Canale di Sardegna e lo Stretto di Sicilia.

    Il Servizio meteorologico dell’Aeronautica militare comunica le previsioni del tempo sull’Italia per i prossimi giorni. MERCOLEDI’ 3 OTTOBRE Nord: residui annuvolamenti e qualche rovescio ancora tra Friuli-Venezia Giulia e coste del Veneto nelle prime ore del giorno, poi seguiranno ampie schiarite. Stabile sul resto del Nord, ma con nubi basse e occasionale formazione di nebbia lungo il bacino del Po nella mattinata, cui seguiranno delle schiarite. Velature sulle regioni di Nord-Ovest nella seconda parte della giornata. Centro e Sardegna: cielo generalmente poco nuvoloso, salvo qualche nube in piu’ nella prima parte del giorno sulle coste dell’Abruzzo e poi sulle coste di Lazio e Toscana nel pomeriggio. Nubi irregolari seguite da ampie schiarite gia’ dalla tarda mattina sulla Sardegna. Sud e Sicilia: cielo sereno o poco nuvoloso, salvo residui annuvolamenti sulle coste della Puglia nella prima parte della giornata. Dal pomeriggio passaggio di nubi medio alte comunque non significative. Temperature: minime senza variazioni di rilievo al Nord e in diminuzione, seppur lieve, sulle regioni centro-meridionali; massime senza variazioni di rilievo sulla gran parte del Paese. Venti: in genere deboli dai quadranti occidentali, ma con tendenza a provenire piu’ decisamente da Nord-Ovest per fine giornata, con rinforzi inoltre su Puglia, Calabria e Sicilia. Mari: poco mosso l’Adriatico; poco mosso sottocosta e mosso al largo lo Ionio; generalmente mossi tutti i bacini occidentali, con locali condizioni di moto ondoso piu’ accentuato sul Tirreno centrale.
    GIOVEDI’ 4 Variabilita’ sulle regioni settentrionali, con nubi a tratti compatte e qualche pioggia tra Alpi e Appennini. Piu’ stabile il tempo al Centro-Sud, con appena qualche annuvolamento pomeridiano sui rilievi. Temperature in aumento al Centro-Sud e stazionarie al Nord. Venti generalmente deboli in prevalenza meridionali, con l’eccezione dell’area ionica, dove la ventilazione sara’ ancora moderata da Nord-Ovest. Mari generalmente poco mossi. VENERDI’ 5 Nubi e qualche pioggia sulle zone alpine, sulla Liguria e sull’alta Toscana. Piu’ stabile il tempo sul resto del Paese. Temperature stazionarie, vento debole o localmente moderato dai quadranti occidentali e mari in prevalenza poco mossi. SABATO 6/DOMENICA 7 Rapido passaggio di una perturbazione, che si manifestera’ pero’ piu’ attiva sulle regioni di Nord-Est e su quelle adriatiche nella giornata di sabato, portando delle piogge sparse, e sul Meridione nella giornata di domenica, con probabilita’ di precipitazioni piu’ elevata sulla Puglia e sul basso versante tirrenico.