Le previsioni meteo e le mappe dell’aeronautica militare per oggi e domani: ecco dove pioverà nelle prossime ore

    /
    MeteoWeb

    Il servizio meteorologico dell’aeronautica militare comunica le previsioni del tempo sull’Italia. Situazione: nonostante un campo di relativa alta pressione, sulle zone settentrionali prima e poi sulle regioni centrali si riscontrano moderate condizioni di instabilita’ atmosferica, dovute alla presenza di un fronte caldo a ridosso delle zone alpine e prealpine. Tempo previsto fino alle 24 di oggi Nord: iniziali condizioni di cielo nuvoloso o molto nuvoloso, ma con rapide schiarite gia’ nel corso della mattinata su Piemonte, Val D’Aosta, Liguria e Lombardia occidentale. Nubi invece persistenti sui versanti settentrionali delle Alpi e sul nord est, con associati rovesci sparsi, in un contesto comunque che tende al miglioramento. Centro e Sardegna: nubi diffuse dal mattino ma inizialmente poco significative, ma durante il corso della mattinata, progressiva intensificazione della nuvolosita’ sulla Toscana, con rovesci sparsi e qualche isolato temporale. Fenomeni che tenderanno ad estendersi al resto delle regioni centrali, risultando pero’ piu’ probabili sulle zone interne ed in prossimita’ dei rilievi montuosi. Attenuazione dei fenomeni, ad iniziare proprio dalla Toscana e dall’alto Lazio, nel corso del pomeriggio. Cielo poco o parzialmente nuvoloso sulla Sardegna, con scarsa probabilita’ di precipitazioni. Sud e Sicilia: velatura al mattino, alle quali seguiranno anche delle ampie aperture sulla Sicilia. Nel pomeriggio intensificazione della nuvolosita’ sul meridione peninsulare, con rovesci a carattere sparso. Temperature: minime senza variazioni di rilievo su gran parte del paese. Massime in aumento in area alpina, sulla Pianura Padana centro-occidentale e sulla Sardegna; in diminuzione invece sul resto del paese, piu’ tangibile sulle regioni centrali tirreniche. Venti: deboli o moderati settentrionali nelle vallate alpine, specie tra Piemonte, Valle d’Aosta e Lombardia. Moderati da sud-ovest su Liguria e Toscana, ma con tendenza a ruotare da settentrione e ad attenuarsi temporaneamente. Moderati dai quadranti settentrionali su Sardegna, Sicilia e Regioni ioniche; deboli o moderati dai quadranti occidentali sul centro peninsulare. Deboli variabili sul resto del paese. Mari: poco mossi Adriatico e Ionio. Mossi tutti i bacini occidentali, con moto ondoso in aumento su Medio Tirreno, mar di Sardegna, Canale di Sardegna e Stretto di Sicilia.

    Il Servizio Meteorologico dell’Aeronautica Militare comunica le previsioni del tempo sull’Italia per la giornata di domani, mercoledi’ 10 ottobre. Nord: cielo nuvoloso sulle regioni di Nord-Est, con qualche pioggia sul Veneto e sulle coste del Friuli-Venezia Giulia e dell’Emilia Romagna. Scarsa o comunque poco consistente la nuvolosita’ sul resto del Nord, con schiarite a tratti anche ampie alternate a velature per buona parte del giorno. Centro e Sardegna: sereno o poco nuvoloso sulla Sardegna, con velature in arrivo in serata. Iniziali condizioni di bel tempo anche su Toscana e Lazio, ma con nubi in aumento sulle zone interne e rovesci sparsi in arrivo nelle ore pomeridiane. Nuvoloso sull’Umbria e sulle regioni adriatiche, ancora con qualche rovescio al primo mattino, specie sulle zone costiere; nubi e fenomeni che saranno seguiti da tendenza al miglioramento e, nelle ore piu’ calde della giornata, da nuovi annuvolamenti a ridosso dei rilievi montuosi, con qualche isolato piovasco. Sud e Sicilia: poche nubi sulla Sicilia, fatta eccezione per degli annuvolamenti e qualche rovescio che interesseranno la costa settentrionale dell’isola. Nuvolosita’ irregolare sul Meridione peninsulare, con schiarite piu’ ampie sulla Campania e annuvolamenti piu’ diffusi sui settori ionici e adriatici e sulla Calabria meridionale, nubi cui si assoceranno rovesci sparsi, piu’ frequenti nel pomeriggio sull’Appennino meridionale. Temperature: minime senza variazioni di rilievo su gran parte del Paese; massime in aumento sulle regioni centrali, specie Toscana, Lazio ed Emilia Romagna e in diminuzione sulle regioni meridionali. Venti: deboli o moderati dai quadranti orientali in Pianura Padana, lungo il versante adriatico e sul Meridione peninsulare, con rinforzi sul Salento; deboli o moderati dai quadranti settentrionali sulle regioni tirreniche; maestrale moderato sulla Sardegna e sulla Sicilia. Mari: poco mossi l’Adriatico e lo Jonio settentrionale, il Mar Ligure e l’alto Tirreno; mossi il medio e basso Tirreno e lo Jonio meridionale; molto mossi il Mar di Sardegna, il Canale di Sardegna e lo Stretto di Sicilia.