L’Uragano Sandy sta arrivando negli Usa: allerta massima, scenario da “tempesta perfetta”. La notte di Halloween arriverà a New York

    /
    MeteoWeb

    Dopo aver martellato la Giamaica e Haiti, l’uragano Sandy si e’ rafforzato, raggiungendo categoria due, e si e’ abbattuto su Cuba, devastandone la parte orientale: ora continuala sua corsa nei Caraibi, in direzione delle isole Bahamas, ma minaccia anche di arrivare nei prossimi giorni sulla costa Est degli Stati Uniti, fino a New York, dove si sono gia’ iniziati a fare piani d’emergenza. Fino ad ora il bilancio delle vittime e’ fermo a due morti, due donne, travolte dalle piogge e dalle inondazioni ad Haiti, mentre la conta dei danni, gia’ pesante, continua a salire. In particolare a Cuba, dove Sandy si e’ abbattuto nelle ultime ore, causando l’evacuazione di decine di migliaia di persone, sollevando nel mare davanti alla costa onde alte fino a nove metri e provocando in alcune zone inondazioni con il livello dell’acqua ha raggiunto i due metri, secondo quanto hanno riferito fonti ufficiali all’Avana, parlando di ”danni senza precedenti”. Al momento, rende noto il Centro nazionale uragani Usa di Miami (Nhc), Sandy si muove velocemente, a circa 30 km l’ora, e ha venti che soffiano oltre i 160 km l’ora, che lo ‘qualificano’ come categoria due sulla scala Saffir Simpson, che ne ha in tutto cinque. Non si esclude pero’ che possa ancora rafforzarsi, viaggiando sulle acque calde del Mar dei Caraibi.
    L’uragano Sandy, quindi, si avvicina agli Stati Uniti e sembra pronto a colpire la parte orientale del Paese. E’ scattato l’allarme su tutta la costa orientale. Questa zona potrebbe essere toccata la prossima settimana, nel periodo di Halloween. Alex Sosnowski, meteorologo di AccuWeather, ha dichiarato – riporta Usa Today – che i computer prevedono l’arrivo dell’uragano nella zona nordorientale il giorno prima di Halloween e avverte dei possibili pericoli e danni: inondazioni, acquazzoni, venti forti, alberi abbattuti, interruzione dell’elettricità. Il primo impatto dell’uragano sul suolo statunitense potrebbe avvenire già in serata, in Florida, secondo le parole del portavoce del National Hurricane Center, Dennis Feltgen. Mentre James Cisco, meteorologo dell’Hydrometeorological Prediction Center, ha affermato che “le possibilità, per le coste del medio Atlantico e del Nordest, di essere colpite dall’uragano nella sua massima potenza, salgono continuamente“.
    La Fema, la protezione civile statunitense, ha lanciato lo stato d’allerta per l’arrivo sulle coste statunitensi dell’uragano Sandy, invitando gli abitanti del sudest della Florida a prepararsi a una situazione di ‘condizioni meteorologiche estreme’. E confermando che l’uragano potrebbe abbattersi sulla East Coast dall’inizio della prossima settimana. Per questo la Fema assicura di monitorare costantemente la situazione attraverso il lavoro delle sedi regionali di Atlanta, Filadelfia, New York e Boston, tutte citta’ che – stando all’attuale traiettoria dell’uragano – potrebbero essere colpite da Sandy. Intanto tutto e ‘ pronto per l’evacuazione dei residenti della Isole Keys, in Florida. ”La tempesta muove verso nord – afferma il capo della Fema, Craig Fugatee tutti devono prepararsi per un tempo estremo. Ora per i cittadini e’ il tempo di prepararsi, di controllare le scorte e di rimanere informati”.