Previsioni Meteo: pre-allerta per il weekend, grandi piogge in tutt’Italia con freddo e neve al centro/nord!

    /
    MeteoWeb

    Cresce l’attesa in vista del brusco peggioramento che si concretizzerà sull’Italia nella giornata di venerdì 26 ottobre, dopo qualche giorno ancora soleggiato su gran parte del Paese anche se in Sardegna si stanno verificando forti temporali che domani colpiranno anche la Sicilia. Ma a parte l’instabilità, di cui abbiamo già ampiamente parlato, sulle due isole maggiori, sul resto d’Italia il tempo è bello e soleggiato, anche mite, e così rimarrà fino a giovedì, prima del fine settimana quando il Mediterraneo centrale subirà due “attacchi” perturbati, uno di origine Atlantica proveniente da ovest, e uno di origine Artica proveniente da nord/est. Entrambi colpiranno in pieno l’Italia. Una perturbazione oceanica, infatti, avanzerà tra domani e giovedì sulla penisola Iberica, provocando forti temporali e piogge torrenziali tra Portogallo e Spagna. Poi si porterà sull’Italia condizionando il netto peggioramento delle condizioni meteo nella giornata di venerdì 26, quando inizierà a piovere intensamente in Sardegna e al nord/ovest.
    Contemporaneamente da nord/est avanzerà una poderosa saccatura di origine Artica che colpirà l’Italia nella giornata di sabato 27, alimentando il maltempo nelle Regioni Tirreniche, con piogge torrenziali attese tra Lazio e Campania: si creerà infatti un vortice depressionario sulle Regioni del centro/nord, che attiverà intensi venti ciclonici in tutte le Regioni del nostro Paese. Da domenica 28 in poi, il maltempo si sposterà al centro/sud, con piogge e temporali su tutto il meridione. Intanto, tra sabato sera e domenica mattina, le temperature crolleranno in tutto il centro/nord, con masse d’aria molto fredde che valicheranno l’arco Alpino, facendo piombare le Regioni dell’Italia settentrionale, dall’Appennino Tosco/Emiliano in sù, in pieno inverno, con nevicate che domenica mattina potranno raggiungere il fondovalle sulle Alpi, e le basse colline in Emilia Romagna, sull’Appennino, dove non sono da escludere fioccate fino a 300/400 metri di quota. Al centro/sud arriverà solo un po d’aria fresca, ma senza valori così gelidi, ben inferiori rispetto alle medie del periodo. Almeno nel weekend. Ma la prossima settimana un nuovo nucleo d’aria fredda potrebbe muoversi sull’Italia da nord/est, rendendo davvero invernale su tutto il Paese la fine del mese, con un Halloween dai connotati natalizi .. continuate a seguirci per ulteriori aggiornamenti!