Processo Terremoto L’Aquila, Enzo Boschi (Ingv): “sono avvilito e disperato”. De Bernardinis: “sono innocente”

MeteoWeb

Sono avvilito, disperato. Pensavo di essere assolto. Ancora non capisco di cosa sono accusato”. Cosi’ Enzo Boschi, ex presidente dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv), commenta a caldo la sentenza di condanna da parte del giudice del tribunale dell’Aquila per i membri della Commissione Grandi rischi.

Mi ritengo innocente di fronte a Dio e agli uomini”. Cosi’ il professor Bernardo De Bernardinis, ex vicecapo della Protezione civile e attuale presidente dell’Ispra, ha commentato la sentenza del tribunale dell’Aquila, dal quale e’ stato condannato a sei anni. ”La mia vita da domani cambiera’, ma se saranno dimostrate le mie responsabilita’ in tutti i gradi di giudizioha aggiunto – le accettero’ fino in fondo”. ”La mia credo sia la testimonianza di dignita’ di un funzionario pubblico” ha aggiunto De Bernardinis, ricordando che ha partecipato a tutte le udienze del processo e che, dopo la condanna, e’ stato salutato con una stretta di mano dal pm Fabio Picuti. ”Il processo ha sviscerato molte cose che dovranno trovare conferma negli altri gradi di giudizio” ha aggiunto De Bernardinis, che ai cronisti che gli chiedevano se rifarebbe cio’ che ha fatto, ha risposto: ”Non c’erano le condizioni per fare scelte diverse, quelle erano le scelte che potevo fare”. ”Io avrei voluto evitare non solo questi morti – ha poi aggiunto – ma anche quelli del ’94 in Piemonte e in Irpinia. Forse questo Paese deve cercare di concentrarsi di piu’ per capire quali sono i veri problemi di vulnerabilita’ e fragilita”’. E a chi gli chiedeva se da domani cambiera’ l’atteggiamento degli scienziati, De Bernardinis ha risposto che ”senz’altro cambia l’attitudine dell’assunzione delle responsabilita’. Io rispondo a procedure nazionali, come il pm risponde al codice penale”.