Processo Terremoto L’Aquila, Fini: “mi auguro che la sentenza venga corretta”

MeteoWeb

”Mi auguro che venga corretta in secondo grado”: e’ l’auspicio espresso dal presidente della Camera, Gianfranco Fini, sulla sentenza del tribunale dell’Aquila per il terremoto del 2009. ”E’ una sentenza che sta facendo il giro del mondo – ha aggiunto Fini a margine dell’incontro al Cefpas di Caltanissetta – e con tutto il rispetto per chi l’ha emessa, contrasta con un dato scientifico: e’ impossibile prevedere la gravita’ di un sisma”. ”Ne stanno parlando negli Stati Uniti e in Giappone. Mi auguro – ha concluso il presidente Fini – che venga corretta in secondo grado”.