Scoperto il sistema immunitario delle zanzare

MeteoWeb

I ricercatori della Johns Hopkins Bloomberg School of Public Health hanno scoperto un inedito meccanismo del sistema immunitario delle zanzare. Il meccanismo permette agli insetti di difendersi dalle infezioni di specifici agenti patogeni, tra cui il parassita che causa la malaria negli esseri umani, manipolando un singolo gene. A differenza degli esseri umani e di altri animali, gli insetti non producono anticorpi per specifiche infezioni. Secondo i ricercatori della Johns Hopkins, le zanzare utilizzano il meccanismo noto come splicing alternativo per gestire diversi agenti patogeni. Lo splicing alternativo permette di creare e organizzare diverse combinazioni di domini di immunoglobine codificate dallo stesso gene, l’AgDscam, in “repertori” di proteine specifiche per i diversi patogeni che hanno infettato la zanzara. I risultati della ricerca sono stati pubblicati sulla rivista Cell Host & Microbe. I ricercatori hanno dimostrato che lo splicing alternativo è guidato dalle vie di trasduzione del segnale immunitario che è capace di attivare difese contro i parassiti della malaria e altri agenti patogeni. “L’utilizzo degli anticorpi per combattere le infezioni è simile alla pesca con un arpione: è una strategia molto mirata. Mentre il sistema immunitario innato della zanzara pare comportarsi più come la pesca con la rete: prende un pò di tutto” ha spiegato George Dimopoulos, autore dello studio. “Tuttavia abbiamo scoperto che il percorso immunitario guidato dallo splicing alternativo del gene AgDscam rende la “rete” immunitaria della zanzara più specifica di quanto precedentemente sospettato. Il sistema immunitario della zanzara può, infatti, creare circa 32 mila combinazioni di proteine AgDscam in riferimento a precise infezioni. La scoperta ci aiutera’ a creare una strategia di controllo della malaria basata sulla modificazione genetica delle difese della zanzara contro il parassita specifico Plasmodium“.