Temporali sulle coste campane; entro la serata un sistema convettivo, di tipo “V-Shaped”, potrebbe puntare il golfo di Napoli

MeteoWeb

Intensi temporali in queste ore stanno colpendo il basso casertano e il napoletano, per il transito di un sistema temporalesco marittimo che si è sviluppato in tarda mattinata sopra le ancora calde acque superficiali del medio-basso Tirreno. Subito dopo aver toccato terra sulle coste del napoletano e casertano la grossa “Cellula temporalesca marittima” si è un po’ ridimensionata, portando però forti rovesci di pioggia sulle aree a nord di Napoli e sulla fascia costiera del casertano, dove tuttora sono in atto dei temporali, a tratti anche intensi, accompagnati da una attività elettrica intensa che si spinge fino all’entroterra campano. L’ultimo metar della stazione di Grazzanise segna un moderato temporale, con la temperatura crollata sotto i +19°. Nelle prossime ore il sistema convettivo, impattando sui rilievi dell’Appennino Campano, tenderà gradualmente a dissiparsi, scaricando intensi rovesci di pioggia nelle aree montuose esposte allo “stau” prodotto dalle umide correnti da SO. Risparmiata invece l’area di Napoli e l’omonimo golfo che dal tardo pomeriggio sarà raggiunto da un più intenso sistema convettivo a mesoscala, del tipo “V-Shaped”, che continua a rigenerarsi sopra il basso Tirreno, in un’area caratterizzata da un intensi “Shear” del vento in alta quota, con il passaggio in quota di uno dei rami principali della “Jet Stream”, che scorre con una velocità media da SO a NE. Il transito della “corrente a getto” in alta quota dovrebbe sospingere il grosso ammasso temporalesco, che assumerà la forma di un tipico “V-Shaped” (sistema convettivo a “V”) verso il napoletano, apportando forti rovesci di pioggia e intensi temporali entro la serata. Lo stesso capoluogo partenopeo dovrebbe essere investito da altri forti rovesci di pioggia nel corso della serata/notte successiva, con accumuli pluviometrici anche importanti su alcune aree litoranee.