Terremoto di ieri pomeriggio al nord Italia: la scheda con gli effetti macrosismici

MeteoWeb

Grazie a Giovanni Falcicchia, pubblichiamo  la scheda del terremoto di ieri pomeriggio sull’Appennino Emiliano con gli effetti macrosismici della scossa:

Terremoto con epicentro nella valle del trebbia

Data 03/10/2012                                           UTC: 14:41:28

Latitudine: 44.7°                                            Longitudine: 9.6°

Magnitudo 4.5                                               Profondità 32.2 Km

La presente scheda elenca gli effetti macrosismici stimati secondo un modello che utilizza i dati precedenti. Gli effetti macrosismici rilevati, in una qualsiasi località, possono variare di un livello, in più o in meno, a seconda della conformazione geologica del territorio o di peculiari caratteristiche costruttive delle abitazioni.

———————————

Territori a una distanza superiore a 84 Km dall’epicentro.

0     –    Scossa impercettibile

L’evento sismico, del tutto irrilevante, non produce alcun effetto su persone, animali e cose. Le vibrazioni sono misurabili solo con strumenti sismici ad alta sensibilità. Dal territorio non giunge alcuna segnalazione.

———————————

Territori a una distanza compresa tra 44 Km e 84 Km dall’epicentro.

            Centri principali: Genova, Parma, Pavia, Reggio E., Cremona, Alessandria, La Spezia, Lodi.

1    –     Scossa debolissima

La vibrazione sismica è di entità irrilevante; generalmente essa non è avvertita dalle persone ma solo da qualche animale domestico e da strumenti sismici. Nel complesso, dal territorio giungono solo rare e isolate segnalazioni.

———————————

Territori a una distanza compresa tra 7.7 Km e 44 Km dall’epicentro.

            Centri principali: Piacenza, Salsomaggiore, Fidenza, Fiorenzuola, Fornovo, Castel San G.

2    –     Scossa molto leggera

Il sisma, di modesta entità, è percepito solo da alcune persone a riposo, specialmente ai piani superiori degli edifici. Esse avvertono una lieve oscillazione che genera un po’ di apprensione. All’aperto la scossa è impercettibile. Pochissime le segnalazioni provenienti dal territorio.

———————————

            Territori a una distanza inferiore a 7.7 Km dall’epicentro.

            Centri principali: San Giovanni San Bernardino, Morfasso.

3    –     Scossa leggera

La vibrazione sismica è debole ed è avvertita in casa da poche persone, mentre quasi nessuna la percepisce all’esterno. La gente a riposo, avvertendo un’oscillazione o un leggero tremore, entra in apprensione. I lampadari oscillano lievemente. Poche le segnalazioni provenienti dal territorio.