Terremoto Pollino, case inabitabili nei centri storici di Mormanno, Laino Borgo e Altomonte

MeteoWeb

Non risultano danni particolari alle strutture portanti degli edifici interessati dal sisma della notte scorsa mentre i danni piu’ consistenti riguardano gli elementi strutturali secondari come gli intonaci, le controsoffittature, la cui caduta ha reso inabitabili diversi locali interessati, soprattutto nei centri storici”. Lo ha detto il direttore regionale dei Vigili del fuoco della Calabria Claudio De Angelis, richiesto di un primo bilancio della situazione nei centri colpiti dal terremoto della notte scorsa. ”L’attivita’ di verifica delle nostre squadre di tecnici – ha aggiunto De Angelise’ quasi terminata e sara’ portata adesso al tavolo di coordinamento che si terra’ in prefettura a Cosenza”. I danni piu’ evidenti, con alcune lesioni agli edifici, si registrano in particolare, sul versante calabrese, a Mormanno e Laino Borgo e, in parte minore, anche ad Altomonte.