Terremoto Pollino, l’esperto: “tutta la Calabria è ad alto rischio sismico, bisogna educare la popolazione”

MeteoWeb

“Il territorio calabrese e’ tutto ad alto rischio sismico” Ad affermarlo e’ Arcangelo Francesco Violo, Presidente Geologi Calabria, a poche ore dalle scosse avvertite in Calabria ed in Basilicata. “L’elevata sismicita’, conseguenza delle dinamiche geologiche evolutive che lo caratterizzano, e le attuali condizioni di elevata vulnerabilita’ del patrimonio edilizio, rappresentano i principali fattori che rendono cosi’ elevato il rischio sismico in Calabria” aggiunge Violo. “Pertanto, -sottolinea il geologo- la popolazione calabrese, purtroppo, deve imparare a convivere con questo fenomeno e deve essere sempre pronta come se una forte scossa dovesse verificarsi da un momento all’altro. Bisogna avere sempre la piena consapevolezza di vivere su un territorio ad elevato rischio sismico ed ognuno di noi deve conoscere i corretti comportamenti di autoprotezione da adottare”. “A tal fine, -prosegue- e’ necessaria una serrata attivita’ di pianificazione e di informazione della popolazione, di formazione del volontariato, di adeguamento ed aggiornamento dei piani comunali di protezione civile con la ricognizione degli edifici strategici e pubblici, verificandone l’idoneita’ strutturale e delle vie di accesso”. Per Violo, inoltrte, “va verificata, in particolare, l’idoneita’ delle sedi dei centri operativi comunali e quella dei centri operativi misti, delle aree di attesa, ammassamento dei soccorsi e soccorritori, e di ricovero della popolazione, nonche’ le vie di fuga della popolazione in sicurezza. Andra’ monitorata tutta la rete infrastrutturale tenendo conto che l’area interessata dal sisma e’ caratterizzata anche da un elevato rischio da frana”. “L’unica prevenzione possibile consiste, quindi, -conclude il geologo- nella mappatura dettagliata e puntuale del rischio, nei piani di emergenza, nell’educazione della popolazione e nella riduzione della vulnerabilita’ sismica di edifici pubblici e privati”.