Terremoto sul Pollino, le prime foto da Mormanno dopo una notte da incubo

    /
    MeteoWeb

    Una scossa di terremoto di magnitudo 5.0 e’ stata registrata nella notte, alle ore 1.05, nell’area del Pollino. L’ipocentro e’ stato localizzato a 6,3 km di profondita’ e i comuni piu’ vicini all’epicentro sono Mormanno, Laino Borgo, Laino Castello, in provincia di Cosenza, e Rotonda, in provincia di Potenza. L’evento, riferisce la Protezione civile, ”e’ stato nettamente avvertito dalla popolazione e non si registrano deceduti e feriti”, anche se a Scalea un anziano è morto d’infarto. Sono stati rilevati ”leggeri danni localizzati, in particolare su alcuni casolari e vecchi edifici, ma sono ancora in corso le verifiche da parte dei tecnici”. I sistemi regionali e locali di protezione civile della Calabria e Basilicata, spiega il Dipartimento della protezione civile sul suo sito, ” si sono immediatamente attivati, dispiegando sul territorio le diverse strutture operative per assicurare la necessaria assistenza alla popolazione e la verifica di eventuali criticita’. Uomini e mezzi del volontariato locale di protezione civile sono impegnati in numerosi comuni dell’area”. La struttura del Dipartimento della Protezione Civile ”si e’ configurata in Presidio operativo per monitorare l’evoluzione della situazione, in stretto raccordo con il sistema nazionale ed il territorio”.

    L`Anas comunica che il traffico e’ al momento regolare sulla rete stradale di competenza in Calabria e Basilicata. Le squadre di emergenza, immediatamente attivate a seguito dell’evento sismico di questa notte nel Pollino, stanno effettuando sopralluoghi e verifiche continue in corrispondenza di gallerie, ponti e viadotti presenti sulla rete stradale in gestione diretta nelle due regioni e, in particolare, sull’autostrada A3 Salerno-Reggio Calabria. Al momento non risultano danni al patrimonio stradale e autostradale, ma le verifiche e la sorveglianza proseguiranno anche nelle prossime ore. La circolazione stradale non ha subito interruzioni.