Torna un pò di neve sulla cima dell’Etna, domani possibili brevi fioccate poco sopra i 2000 metri

MeteoWeb
Imbiancata del 14 Settembre scorso

Le precipitazioni sparse che in questi ultimi giorni hanno interessato la Sicilia orientale, in particolare alcune aree fra messinese e catanese, hanno riportato un pò di neve sulla cima dell’Etna, con la prima incappucciata di bianco a ridosso del cratere centrale, a quote comunque molto elevate (sopra i 2900-3000 metri). Si tratta della seconda blanda nevicata autunnale sul grande vulcano etneo, dopo la prima spolverata del 13 Settembre scorso (ben visibile dalla web-came dell’INGV). Certo nulla di che per il mese di Ottobre, ma già è tanto rivedere la cima ricoperta da un sottile strato di neve fresca nonostante le elevate isoterme in quota, causa le continue avvezioni calde (pre-frontali) e i richiami miti che interessano la Sicilia. Nella giornata di domani, con il passaggio del fronte freddo sulla Sicilia che apporterà delle piogge e dei temporali sparsi tra trapanese, palermitano e messinese, con temporanei sconfinamenti fino all’ennese e entroterra catanese, sussisterà il rischio di vedere delle brevi nevicate a quote decisamente più basse, sempre oltre i 2400-2200 metri, lungo i fianchi occidentali e settentrionali del vulcano.
Lunedì, invece, la quota neve potrebbe essere molto più bassa, ma non è chiaro se ci saranno precipitazioni. Tra Madonie e Nebrodi, dove il maltempo farà sul serio, la neve scenderà fino a 1.500 metri di quota.