UFO su una casa rurale in Scozia spaventa una famiglia nel cuore della notte (Video)

MeteoWeb
Ufo su una casa rurale in Scozia

Cosa fareste se un UFO stazionasse sulla vostra casa per circa 4 ore? E’ ciò che sarebbe accaduto ad una famiglia di un’area rurale di Fraserburgh, in Scozia, svegliata nel cuore della notte dalle luci lampeggianti di un oggetto circolare. Secondo quanto riporta il Daily Mail, la cinquantenne Morag Ritchie sarebbe stata svegliata per prima, alla quale si sarebbero affiancati i componenti della famiglia che avrebbero ripreso le immagini del disco volante. “Viviamo in un’area rurale, per cui non ho le tende chiuse e mi piace guardare il cielo notturno”, ha affermato Morag. “Le luci dinamiche e scintillanti mi hanno svegliato improvvisamente nel cuore della notte, facendomi preoccupare – continua – così, ho svegliato tutti per convincerli a dare un’occhiata a quell’oggetto circolare che girava sopra la mia casa”. Il marito è un pescatore abbastanza scettico sull’argomento, ma non ha potuto non ammettere della stranezza di quell’oggetto. “Alla fine – sostiene Morag – siamo andati a dormire, ma ci siamo svegliati altre volte, ed era ancora li”. Sua figlia di 27 anni, si è invece alzata alle 3 del mattino per nutrire il proprio bambino, quando ha visto lo stesso oggetto stazionare sull’abitazione. “In un primo momento ho creduto che fosse un aereo, ma la mia mamma mi ha detto che stazionava da alcune ore e non produceva alcun rumore. Sono rimasta affascinata da tutto questo, anche se il mio fidanzato Scott era piuttosto spaventato”. Volendo esprimere un’idea sull’argomento, noi crediamo che sia tutt’altro che facile tornare a dormire con un disco volante sulla propria casa, ma non vogliamo indirizzare il lettore verso un’idea diversa da quella personale.

Morag Ritchie

Nonostante il 95% di tutti i rapporti UFO possano essere facilmente spiegati, l’esperto Malcolm Robinson, che ha analizzato il video, si definisce sconcertato. “Ho guardato il filmato e sembrano esserci quattro luci lampeggianti in modo intermittente che potrebbe però essere qualsiasi cosa. Ma resta un video incredibile, visto che gran parte degli avvistamenti comuni, come le lanterne cinesi, sono da escludere”, dice l’esperto, che poi aggiunge: “E’ molto interessante per un ricercatore come me, ma al momento non avremo alcuna risposta per almeno un paio di settimane. Mi servono per scoprire ulteriori testimonianze ed eventuali aeromobili in zona”.   Un portavoce dell’Autorità dell’Aviazione Civile, Tony Finnegan, ha affermato che potrebbe trattarsi di un piccolo aereo o di un aeromobile militare, ma alle 2 del mattino, “è improbabile che sia civile”.  E quindi il mistero resta aperto.

Denominati dischi volanti in Italia, questi oggetti continuano a distanza di decenni ad essere segnalati nei cieli di tutto il mondo. Discoidali, sferoidali, cilindrici  e con le più svariate forme, ad essi si addice ormai la nota denominazione anglosassone coniata dai militari americani “Unidentified Flying Objects” o UFO, letteralmente tradotto come oggetti volanti non identificati. Dal 1947 ad oggi, i vari organi di informazione hanno segnalato decine e decine di migliaia di avvistamenti e vari presunti atterraggi di tali oggetti. Le testimonianze sono arrivate non soltanto da gente comune con gli occhi rivolti all’insù, ma anche da militari, professionisti, piloti in volo. Negli USA l’United States Air Force, l’aeronautica militare americana, ha studiato il fenomeno sin da quella notte del 1947, attraverso gli appositi progetti Project Sign e Project Grudge, poi seguiti dal Project Book.

Il luogo dell'avvistamento

Vari ufficiali dell’aeronautica militare italiana hanno asserito di aver visto transitare oggetti anomali sul litorale tirrenico, come riferisce testualmente un comunicato ufficiale rilasciato, nell’Ottobre del 1954, dal ministero della Difesa. Ma non soltanto osservazioni dirette: esistono molteplici casi in cui questi oggetti sarebbero apparsi sui radar delle torri di controllo, per poi sparire improvvisamente nel nulla. Negli USA, in Francia e in Canada furono istituite vere e proprie commissioni di studio ufficiali, mentre in Brasile, nell’ex URSS, in Spagna, in Iran e in Kuwait vennero promosse incheste dalle proprie autorità. In una conferenza stampa tenutasi a Firenze nel 1978, il prof. Joseph Allen Hynek disse: ”quando ho iniziato le prime ricerche sugli UFO nel 1948, ero completamente scettico. Credevo che si trattasse solo di sciocchezze, più o meno di una moda che sarebbe passata con il tempo. Ma non è stato così. Ora, secondo me il fenomeno esiste e non è limitato al solo mondo occidentale ma è globale, presente cioè su tutta la Terra. Il 90% dei casi può essere spiegato in modo razionale, con riferimenti a fenomeni naturali o di origine meccanica tradizionale. Ma rimane un 10% del tutto inspiegabile, secondo queste interpretazioni. E soesso le testimoniance ci vengono da persone di indubbia serietà e responsabilità”. Queste parole valgono ancora oggi, nonostante siano trascorsi oltre 30 anni.

Il caso misterioso di Travis Walton

Dal 21 Agosto del 1970, su mozione del professor Antony Hewish, scopritore delle pulsar, il congresso dell’Unione Astronomica Internazionale ha stabilito la necessità di tenere segreta alle masse l’eventuale esistenza di creature extraterrestri per tema delle ancora imprevedibili conseguenze che la notizia potrebbe avere, a tutti i livelli, su un’opinione pubblica impreparata. L’umanità, secondo l’organizzazione, si ritroverebbe di fronte ad uno shock enorme. Gli UFO sono apparsi da un giorno all’altro da un capo all’altro della Terra, fra le popolazioni più disparate. E’un fenomeno di portata mondiale, ed un mistero che avvolge l’umanità da decenni. Centinaia di casi sono stati archiviati come “inspiegabili”. Non c’è da pronunciarsi in maniera definitiva sull’argomento. Ci sono testimonianze da scartare, fenomeni ottici di rifrazione o di ionizzazione atmosferica, palloni sonda meteorologici, corpi celesti, aerei visti in particolari condizioni, satelliti artificiali, fulmini globulari, allucinazioni collettive,  ma ci sono anche storie incredibili raccontate da persone credibili. Proprio quest’ultimo punto ci pone delle serie difficoltà. Forse lassù esistono mondi abitati da forme di vita intelligente, e forse è da tempo che viaggiano nel tempo e nello spazio. O forse, sono veicoli segreti di natura tutt’altro che extraterrestre utilizzati per i più svariati fini. Ognuno di noi può farsi la propria idea in proposito.