Uragano Sandy: le foto del disastro. Dichiarato lo stato di “grave catastrofe” a New York

    /
    MeteoWeb

    Il ciclone Sandy sta perdendo forza man mano che penetra nella terraferma americana, ma potrebbe ancora causare forti venti e inondazioni. Stando a quanto riferito dal National Hurricane Center, alle 10 italiane Sandy si stava dirigendo verso la Pennsylvania con venti da 105 chilometri orari. “Nelle prossime 48 ore è previsto un continuo indebolimento (della forza del vento)“, ha scritto in un bollettino. L’uragano è stato declassato a ciclone post-tropicale poco dopo aver toccato terra, ieri sera, lungo la costa del New Jersey.

    Il presidente Usa Barack Obama ha dichiarato lo stato di ”grave catastrofe” per lo stato di New York.

    Sono almeno 17 le persone morte negli Stati Uniti e in Canada a causa del ciclone Sandy, che ha toccato terra ieri sera nello Stato americano New Jersey. Oggi si stima siano circa 6,2 milioni le persone rimaste senza elettricità in sette Stati americani, stando a quanto riferito dal quotidiano Usa Today. Sandy ha costretto sia il Presidente Barack Obama che il suo avversario Mitt Romney a cancellare i loro appuntamenti elettorali. E Wall Street rimarrà chiusa per il secondo giorno consecutivo. Le 16 vittime sono state registrate negli Stati di New Jersey, New York, Maryland, North Carolina, West Virginia, Pennsylvania e Connecticut, e nella città di Toronto.