Venezia in ansia per la marea eccezionale prevista per mercoledì: acqua alta a oltre 140cm!

MeteoWeb

Codice rosso per un’evento di marea eccezionale prevista dal Centro Maree di Venezia per questa notte alle 23.45. Una marea eccezionale che potrebbe essere uguale o superiore a 140 centimetri sul medio mare. Alle 11.30, con l’aggiornamento delle previsioni in segreteria telefonica e del bollettino sulle proprie pagine Internet, l’Istituzione Centro Previsioni e Segnalazioni Maree ha avvisato della possibilità del verificarsi di un evento di marea eccezionale (uguale o superiore a cm 140 – codice rosso) per le 23.45 di mercoledì 31 ottobre. All’origine della previsione, che sarà costantemente aggiornata, è l’arrivo sull’alto Adriatico del minimo depressionario di una perturbazione attualmente in formazione sul Golfo del Leone, che provocherà pioggia e maltempo su tutta la penisola e susciterà sull’Adriatico venti di scirocco ad alta intensità (fino a oltre 80 km/h) e quindi una forte spinta sulle acque del mare, da giorni gonfio ed eccitato, con un sovralzo costante sui 35 cm. A Venezia la pressione atmosferica calerà in 24 ore di una ventina di hPa, fino a 992.8, e nella tarda serata sono previsti circa 50 mm di pioggia. Anche se la marea astronomica sarà sui 50 cm, il contributo meteorologico atteso è previsto sui 90 cm: di qui, la previsione di una marea eccezionale. Questa mattina, alle 10.40 l’Istituzione Centro Previsioni e Segnalazioni Maree ha registrato, al mareografo di Punta della Salute, una punta massima di marea di 103 cm sullo zero mareografico, in coincidenza con una marea astronomica di 72 cm. Si è trattato di uno strascico della perturbazione dei giorni scorsi: la bora è soffiata tutta la notte con intensità tra i 35 e i 55 km/h, ma in un contesto meteorologico migliorato, con la pressione risalita a 1008 hPa; alle ore 7, perciò, il Centro Maree ha aggiornato al ribasso, da 110 a 105 cm, la previsione. Il Centro Maree ritiene opportuno ricordare che un’alta marea di 103 cm comporta l’allagamento di una superficie pari a circa il 7 per cento della viabilità cittadina con un livello variante da pochi millimetri a una media sui 25 cm in Piazza San Marco, l’area più bassa della città.