Allarme sanitario per il virus letale diffuso in Arabia e collegato ai pipistrelli

MeteoWeb

Il virus che ha fatto esplodere l’allarme tra le autorita’ sanitarie mondiali dopo aver ucciso un uomo a Jeddah, in Arabia Saudita, all’inizio dell’anno e collegato ad altri due casi e’ un nuovo tipo di coronavirus strettamente connesso a quello rilevato nei pipistrelli, secondo una analisi genetica olandese pubblicata su ‘Mbio’, rivista ad accesso libero della Societa’ Americana di Microbiologia. La ricerca ha analizzato il genoma del virus HCoV-EMC/2012 nei dettagli per scoprire eventuali parentele con altri virus e le possibili fonti di provenienza. I risultati del sequenziamento e delle analisi saranno utilizzati per sviluppare metodi diagnostici e creare terapie e vaccini. “Il virus si e’ rivelato strettamente legato al virus rilevato nei pipistrelli che si trovano in Asia e non ci sono virus umani affini”, ha spiegato Ron Fouchier del Centro Medico Erasmus nei Paesi Bassi che ha guidato lo studio. “Pertanto, ipotizziamo che il virus provenga da una fonte animale”, ha aggiunto. La vittima del virus in Arabia Saudita all’inizio di quest’anno era un uomo di sessant’anni che soffriva di polmonite acuta e insufficienza renale. Il caso ha ricordato alle autorita’ sanitarie di tutto il mondo la minaccia posta dai coronavirus, gruppo che comprende il virus SARS, agente patogeno emerso nel 2002 che ha portato alla morte di piu’ di novecento persone.