Alluvione nel grossetano: ripristinata la corrente elettrica ad Albinia, oggi a Capalbio i funerali di 2 vittime

MeteoWeb

L’Enel, nella notte, ha ripristinato interamente la corrente elettrica ad Albinia. Sono solo 34 al momento gli utenti senza energia, per lo piu’ dislocati nelle zone di campagna. Intanto saranno celebrati oggi pomeriggio a Capalbio, alle 15, i funerali di Giovanni Serrati, la prima vittima dell’ondata di maltempo nel grossetano. Sempre oggi, alle 15.30, presso la Chiesa dei Santi Pietro e Paolo di Follonica, si terra’ il funerale di Maurizio Stella, uno dei tre dipendenti dell’Enel morti dopo essere precipitati da un ponte alla Marsiliana. Nell’incidente sono morti anche Paolo Bardelloni e Antonella Vanni. Sul fatto la procura di Grosseto ha aperto un fascicolo a carico di ignoti ipotizzando l’omicidio colposo. Intanto proseguono le operazioni di soccorso e di ripristino ad Albinia, ancora parzialmente invasa dall’acqua. Questa mattina, vicino alla chiesa del paese, sara’ operativo un tendone mensa e un altro tendone, che ospitera’ il front office del Comune, l’unita’ di crisi locale dei vigili del fuoco e l’unita’ di crisi locale della Regione Toscana, gestiti dalle organizzazioni di volontariato. La popolazione potra’ rivolgersi al front office per tutte le informazioni e i servizi, nonche’ per segnalare qualsiasi problematica relativa ad interventi tecnici urgenti e verifiche statiche. Nel centro abitato di Albinia sta tornando l’acqua corrente nelle case, ma e’ stata emessa un’ordinanza di non potabilita’ da parte del Comune di Orbetello, a titolo precauzionale, in attesa che la competente azienda sanitaria locale comunichi l’esito delle relative analisi. Nel frattempo sono a disposizione dei cittadini le buste di acqua potabile. Rimane, al momento, interrotta la linea ferroviaria Tirrenica, nella tratta Grosseto-Orbetello, e la strada statale Aurelia, dove questa mattina inizieranno i lavori per ripianare la voragine apertasi lunedi’. Questo consentira’ di procedere ad un graduale ritorno alla normalita’ per i servizi essenziali, come i trasporti scolastici. Nel comune capoluogo verranno allestiti ulteriori 200 posti a disposizione della popolazione di Albinia (dove gli evacuati sono 800) che scegliera’ di lasciare le proprie abitazioni ovvero dei volontari che nei prossimi giorni si aggiungeranno a quelli gia’ presenti in provincia di Grosseto.