Alluvione Orvieto: scende il Paglia, viabilità disastrata

MeteoWeb

Nella zona di Orvieto migliora la situazione dopo l’ondata di maltempo: la notte è trascorsa senza disagi e il livello del fiume Paglia è sceso a 5,30 metri e quindi sta tornando entro i livelli di sicurezza. Si susseguono comunque le riunioni dell`Unità di crisi coordinata dal vice prefetto Vincenzo Ferzoco e in giornata è prevista una visita ad Orvieto della presidente della Regione Umbra Catiuscia Marini, per accertarsi della situazione per la valutazione dei danni. Sono attesi inoltre rinforzi del Servizio regionale di Protezione Civile. Per quanto riguarda la viabilità stradale e il trasporto pubblico, è stato riaperto il Ponte dell`Adunata che è in sicurezza; la strada Amerina è ancora chiusa; per via Costanzi possono circolare solo coloro che sono diretti alle proprie attività; è stata ripristina la linea 4 del TPL per l`Ospedale. Sulle strade comunali ci sono diverse frane: la situazione è costantemente monitorata. Resta chiusa la strada comunale di Morrano, mentre va predisposta la viabilità alternativa per Tordimonte, anch`essa chiusa da frane. Transitabile la strada di Fossatello. Per la viabilità Provinciale, è chiusa la strada di Tordimonte dove vi sono più frane. La strada dell`Arcone presenta un colamento ed è istituito il senso unico alternato dalla Stazione alla Segheria. La strada 99 dell`Aeroporto è a senso unico alternato nei pressi del Ponte di Romealla e nei pressi di Torre della Fame. Situazione analoga anche per la strada per Canale. Si segnalano frane sulle strade di Morrano, Selciata del Tamburino, San Marino, Riorso, S. Bartolomeo, Ponte Giulio, Canale, Torre San Severe, Corbara, Bardano, Strada delle Conce, Salto del Livio. Le operazioni di spozzamento cominciano da oggi dalle attività produttive e dalle abitazioni: si procederà alla rimozione di rami e ostacoli che si sono infranti contro le carreggiate. La diga di Corbara sta rilasciando acqua da ieri sera: la piena è passata per il Paglia, per il Tevere e anche la curva di crescita a Monte Molino in ingresso alla diga di Corbara si sta livellando. Una nuova riunione dell`Unità di Crisi è fissata per le ore 18 di oggi.