Alluvione Toscana, il ministro Clini: “è colpa dei cambiamenti climatici, in Maremma nessun abuso sul territorio”

MeteoWeb

L’abuso del territorio non è all’origine delle alluvioni in Maremma, è un caso diverso”. Sono state invece provocate “da un regime di piogge che è diverso rispetto a 20, 30, 40 anni fa“. Lo ha detto il ministro dell’Ambiente, Corrado Clini, rispondendo ai giornalisti ad Arezzo. “Nel caso della Maremma, è un po’ difficile dire che abbia subito la devastazione che ha subito perché ci sono stati abusi nell’uso del suolo. La Maremma è prevalentemente un’area agricola. In quell’area -ha aggiunto Clininon ci sono stati stravolgimenti nell’uso del territorio. C’è stata una situazione diversa: una quantità di acqua che è venuta giù e ha trovato un territorio vulnerabile perché non era organizzato per questo tipo di eventi“, ha concluso il ministro.

I CONDONI HANNO SANATO TROPPI ABUSI IN TUTT’ITALIA – I disastri provocati dal maltempo, in molti casi, hanno portato alla luce gli effetti dei condoni edilizi. Così il ministro dell’Ambiente, Corrado Clini, a margine del Forum Sviluppo Ambiente Salute ad Arezzo, rispondendo ai giornalisti sulle cause di quanto accaduto anche nelle ultime settimane. “C‘è sicuramente un problema di usi del territorio che in molti casi sono abusi del territorio -premette CliniNoi purtroppo abbiamo subito nel corso dei decenni, per esempio, la vicenda dei condoni edilizi che hanno progressivamente sanato abusi, che oggi si dimostrano pericolosi per la sicurezza del territorio. Questo -conclude Clini- è sicuro che è avvenuto“.