Alluvione Toscana: nel grossetano molti edifici ancora inagibili

MeteoWeb

Sono ancora in corso le attivita’ per la stima dei danni prodotti alle abitazioni private nelle aree colpite dal maltempo nel grossetano: in particolare, ”non c’e’ da escludere la possibilita’ che alcuni edifici possano essere considerati inagibili prevalentemente per problemi legati agli impianti elettrici, idraulici ed igienico sanitari. Non risultano, al momento, abitazioni compromesse da danni strutturali o statici”. Lo rende noto il Centro di coordinamento soccorsi, presieduto dal prefetto di Grosseto, Marco Valentini, dopo l’alluvione di una settimana fa. Anche la situazione della laguna di Orbetello e’ sotto osservazione, sia per gli aspetti riguardanti il profilo naturalistico-ambientale sia per quelli concernenti le attivita’ economiche legate alla itticoltura. Prosegue inoltre ”senza sosta” il recupero ed il trasporto dei rifiuti dalle zone alluvionate al centro di stoccaggio e smaltimento: ad oggi sono state trasferite oltre 1.100 tonnellate di indifferenziata e 150 tonnellate di rifiuti speciali. Sono ulteriormente incrementati gli automezzi destinati a questa attivita’. Continuano anche i lavori per il ripristino degli argini del fiume Ombrone, dell’Albegna e dell’Osa. Da domani potranno cominciare gli interventi in localita’ Alberese. Per quanto riguarda Albinia, domani – si legge in una nota – saranno ultimati i lavori per ripulire di acqua e fango la frazione dove sono in corso le opere per rendere utilizzabili gli edifici scolastici, dove le attivita’ didattiche riprenderanno non appena possibile.