Coldiretti: “in Toscana il 98% dei comuni è a rischio frana”

MeteoWeb

Smottamenti e frane nelle zone del Candia, dove si produce il Doc dei Colli Apuani ma anche campi, cantine, stalle e serre allagate in tutta la zona di costa a causa delle forti ed intense precipitazioni che hanno colpito la Provincia di Massa Carrara. E` quanto emerge da un monitoraggio della Coldiretti che sottolinea come in Toscana ben il 98% dei Comuni si a rischio frane o alluvioni. Le forti piogge nelle colline del Candia – sottolinea la Coldiretti – hanno reso fragilissimo il terreno portandosi a valle interi terrazzamenti di vigna e contribuendo al già precario equilibrio della zona. La situazione – continua la Coldiretti – è di estrema precarietà con numerose le cantine allagate e danni ingenti danni al sistema economico ma in difficoltà è anche l`agricoltura nella zona di costa dove sono presenti moltissime aziende che producono ortaggi di stagione. Allagate numerose serre e stalle in conseguenza dell`esondazione dei fossi che non sono riusciti ancora a smaltire l`enorme volume di acqua. Un territorio che – denuncia la Coldiretti – paga a caro prezzo il peso di anni di abusi edilizi e di cementificazione selvaggia con il 98 per cento dei comuni (ben 210) che in Toscana sono a rischio frane ed alluvioni. Una situazione ancora peggiore di quella già grave della media nazionale dove sono 6.633 i comuni complessivamente a rischio, l`82% del totale.