I pinguini usano il mare ghiacciato per riposare

MeteoWeb

Per la prima volta un team di ricercatori dell’Universita’ di Fukuyama in Giappone ha scoperto l’importanza dei mari ghiacciati in correlazione alle abitudini alimentari e alle attivita’ di foraggiamento per i pinguini imperatori. Lo studio e’ stato descritto sulla rivista Plos One e coordinato da Shinichi Watanabe. Diversamente da altre specie, i pinguini imperatori dedicano molto tempo alle immersioni per cercare cibo e riservano solo il trenta per cento della giornata a brevi riposi sul manto del ghiaccio marino. Questa, secondo lo studio, e’ la funzione principale del ghiaccio marino per questi animali. I pinguini imperatori (Aptenodytes forsteri) non utilizzano spesso, infatti, il ghiaccio per muoversi su lunghe distanze o per altre attivita’ ma principalmente per riposare un po’ e riprendere energie tra un’immersione e un’altra finalizzata a procacciarsi cibo. Lo studio giapponese suggerisce inoltre che questi brevi intervalli di riposo sul ghiaccio marino aiutano i pinguini a poter evitare predatori feroci come le foche leopardo (Hydrurga leptony). La ricerca intitolata “Activity Time Budget during Foraging Trips of Emperor Penguins” ha messo in evidenza per la prima volta la funzione dei manti di ghiacci in correlazione con le attivita’ di foraggiamento dei pinguini.