I terremoti significativi del territorio birmano e la necessità di mitigazione del rischio

MeteoWeb
Credit: Susan Hough , USGS

La Birmania si trova a cavallo di un complesso sismico molto attvo – la giunzione tra la parte anteriore dell’Himalaya a nord-ovest del paese e, a sud/sud-est la zona di subduzione responsabile dell’enorme terremoto di magnitudo 9.3 di Sumatra e dello tsunami conseguente del 2004. In quest’area si sono verificati molti terremoti devastanti nel corso della storia, anche se gran parte di essi non si sono verificati in tempi troppo recenti. Dal momento che non è una questione di “se”, ma di “quando” si verificherà il prossimo, vi è un urgente bisogno di misure per mitigare il rischio terremoto su questo territorio. Le attuali conoscenze scientifiche ci consentono di sapere che terremoti significativi avverranno ancora in quest’area, anche se non è possibile effettuare una previsione deterministica. Ad aggravare la preoccupazione della Birmania meridionale, nella quale si trova la città più popolosa del paese, Rangoon, è l’ubicazione presso il delta dell’Irrawaddy, alla base di una spessa coltre di sedimenti morbidi che possano amplificare notevolmente le onde sismiche. Fortunatamente il governo si sta muovendo attraverso riforme politiche ed economiche, ma ha anche dimostrato una maggiore apertura a lavorare con le agenzie governative degli Stati Uniti. L’USGS sta sfruttando questa opportunità al fine di contribuire e progettare una riduzione del rischio a lungo termine, in un programma di emergenza che valuterà la pericolosità sismica. La squadra del governo degli Stati Uniti ha incontrato omologhi del governo birmano, tra cui il Dipartimento di Meteorologia e Idrologia e il Ministero della Previdenza sociale, aiuti e reinsediamento, nonché agenzie delle Nazioni Unite e organizzazioni non governative, come la Commissione Terremoto Myanmar. Grazie all’incontro sono state identificate delle priorità future che saranno di fondamentale importanza per garantire adeguate forme di protezione ad una nazione che sta attraversando un periodo di grande espansione economica.