Maltempo nell’alta Toscana, frane tra le viti doc: serre e stalle allagate

MeteoWeb

Smottamenti e frane nelle zone del Candia dove si produce il Doc dei Colli Apuani, campi e serre allagate in tutta la zona di costa a causa delle forti ed intense precipitazioni che hanno colpito, ancora una volta duramente, la provincia di Massa Carrara. Annullata la 62^ Giornata del Ringraziamento che avrebbe dovuto tenersi questa mattina Fivizzano. “E’ ancora presto per fare una stima dei danni -­ spiega Vincenzo Tongiani, Presidente Provinciale Coldiretti in una nota -­ in queste ore ci stiamo mettendo in contatto con le aziende per avere un quadro piu’ preciso. Ancora una volta questo territorio paga a caro prezzo il peso di anni di abusi edilizi e di cementificazione selvaggia. La quantita’ di pioggia scesa in pochissime ore ha reso evidente la fragilita’ del territorio. Una volta questi eventi non succedevano“. Il primo sos e’ arrivato dalle colline del Candia dove le forti piogge hanno reso fragilissimo il terreno portandosi a valle interi terrazzamenti di vigna e contribuendo al gia’ precario equilibrio della zona. Numerose le cantine allagate. “Nel Candia la situazione e’ di estrema precarieta’ -­ analizza ancora il Presidente della Coldiretti locale – è­ il quadro e’ ben noto a tutti. In Candia non e’ sicuro“. Critica la situazione nella zona di costa dove sono presenti moltissime aziende che producono ortaggi di stagione. Allagate numerose serre e stalle in conseguenza dell’esondazione dei fossi che non sono riusciti ancora a smaltire l’enorme volume di acqua. Miasmi sono stati avvertiti nella zona del Lavello ed Alteta dove i liquami delle fogne si sono mischiati a pioggia e fango. “Purtroppo -­ conclude Tongiani in certe zone i cittadini sono stati lasciati soli, abbandonati al loro destino. Questo e’ inaccettabile“.