Piogge torrenziali in Veneto, allarme a Vicenza: il Bacchiglione è in piena. Criticità in tutta la Regione

MeteoWeb

Piove su tutto il Veneto e a Vicenza sale l’attenzione sul livello dei fiumi, mentre nel trevigiano sono segnalati lo straripamento di un canale a Treville di Castelfranco e una frana lungo la provinciale & a Castelcucco. L’unità di crisi comunale di Vicenza ha lanciato l’allerta fiumi, dichiarando lo stato di pre-allarme. Il livello del Bacchiglione a ponte degli Angeli è salito velocemente in poche ore: a mezzanotte era posto a 0,64 metri mentre alle 10 segnava 4,13 metri. Il livello è ancora in crescita e si sta avvicinando ai 4 metri e mezzo del livello di guardia. La comunicazione del pre-allarme è avvenuta anche tramite l’invio degli sms ai cittadini che si sono registrati al servizio gratuitamente. L’ordine ai cittadini è quello di mettere in sicurezza cose e persone dagli interrati e dai piani terra a rischio. Le previsioni sono cambiate pi— volte nel corso di queste ore e la pi— recente proietta la piena tra le 15 e le 16, con un livello che potrebbe raggiungere i 5,30 metri in crescita. Se nel capoluogo berico è stato dichiarato lo stato di pre-allarme per l’ingrossamento dei fiumi Bacchiglione e Retrone, in altri punti della provincia si sono registrate le prime esondazioni di torrenti e corsi d’acqua minori. Secondo quanto riferito dalla centrale operativa dei vigili del fuoco di Vicenza, le situazioni più critiche si registrano nell’Alto Vicentino, in particolare a Malo, dove è fuoriuscito un bacino industriale, a Marano e Costabissara, dove l’acqua tracimata ha interessato alcune strade, cantine e scantinati. I vigili del fuoco dei vari distaccamenti vicentini sono impegnati da diverse ore negli interventi piu’ urgenti, e in alcuni distaccamenti sono state richiamate in servizio persone che oggi erano a riposo.