Previsioni Meteo: perché piove sempre nei week-end?

MeteoWeb

La domanda, meteorologi o non, ce la siamo posta un pò tutti. Ultimamente non si può negare che i week-end di brutto tempo siano numerosi. E’ chiaro che tra una sensazione e una statistica c’è una bella differenza, e che anche se così fosse sembrerebbe impossibile trovare un “perché”.

Partiamo da una considerazione: il fine settimana è un momento in cui si concentra l’attenzione di tutti. Non si ricorda facilmente se la pioggia ha rovinato un mercoledì di lavoro, ma se una gita in montagna si è trasformata in un’odissea o un progetto di vacanza è stato annullato per le previsioni avverse, certamente lo si ricorda.

Una seconda spiegazione è che la nostra memoria non è molto lunga. Avete presente le persone che dopo due giorni di nuvole vi dicono: “ma è sempre brutto tempo”? Un periodo di maltempo nel fine settimana ci convince molto presto che nel fine settimana il tempo sia sempre brutto. Un pò come una estate calda o un pò di neve in più in un inverno.

Ma ora viene il bello, perché sarebbe troppo facile liquidare tutto con un pò di psicologia. Io stesso ho fatto caso a quante volte ultimamente sia accaduto di avere una simile situazione. Lo ha notato anche il Dr. Matteo Buzzi di Meteosvizzera, che ha analizzato gli anni dal 1981 al 2012, rilevando che in alcuni casi (solo in alcuni) si evidenzia una frequenza maggiore di precipitazioni nel fine settimana: sono gli anni 1983, 1999, 2005, 2006 e 2010. Anche il 2012 sembra dover essere incluso, almeno secondo uno studio preliminare.

In questo caso potremmo dire che si rientri nel caso precedente, cioé che sia solo la nostra “memoria corta” a farci ricordare troppo il brutto tempo, dato che la piovosità è aumentata negli ultimi anni nel week-end.

A questo punto però occorre anche considerare la ciclicità delle perturbazioni. Un tempo di ritorno del maltempo è compatibile con le fluttuazioni del vortice polare, cioé di quella struttura di bassa pressione che influenza il clima dell’Europa, secondo fluttuazioni che hanno una ciclicità tra 5 e 7 giorni. Beninteso, non è una regola, ma una possibilità.

Il contributo più importante però è stato dato da un gruppo di scienziati della Hebrew University, che ha di fatto stabilito un aumento globale delle precipitazioni nei fine settimana a livello globale. E c’è anche un tentativo di spiegazione, cioé l’aumento dell’inquinamento atmosferico da polveri sottili, che fanno da aggreganti per la formazione delle nubi (nuclei di condensazione). Sembra infatti che l’effetto di formazione delle nubi possa prevalere rispetto all’effetto, che le stesse particelle hanno, nel diminuire le precipitazioni per effetto radiativo. Un inquinamento che viene prodotto durante la settimana, per dare il massimo effetto, appunto, nel week-end

http://www.prontometeo.it