Scoperti organismi nella brina dell’Antartico

MeteoWeb

Dove c’e’ acqua c’e’ vita, persino nella brina a diciotto metri di profondita’ del ghiaccio Antartico, in costante oscurita’ e a temperature sotto lo zero. La scoperta e’ stata fatta al lago Vida localizzato piu’ a nord delle valli secche di McMurdo da un team di ricercatori della Michigan State University coordinato dal zoologo Nathaniel Ostrom. La ricerca e’ stata descritta in un articolo pubblicato sulla rivista ‘Pnas’ e intitolato “Microbial Life at -13ºC in the Brine of an Ice-Sealed Antarctic Lake“. Il team ha scoperto una fiorente colonia antica microbica risalente a piu’ di 2800 anni fa nella brina. La colonia e’ stata isolata per quasi tre millenni nella brina che possiede il venti per cento di salinita’ con alte concentrazioni di ammoniaca, azoto, zolfo e protossido di azoto – le piu’ elevate mai misurate in un ambiente acquatico naturale. “Si tratta di un ambiente estremo che include il ghiaccio piu’ spesso del pianeta e il crio-ambiente piu’ stabile e freddo della Terra”, ha spiegato Ostrom, “la scoperta di questi ecosistemi ci fornisce una visione della vita negli ambienti estremamente isolati del pianeta ma anche delle potenziali vite presenti nei pianeti ghiacciati che ospitano depositi salini e oceani sotto la superficie come la luna di Giove Europa. La vita nel Lago di Vida manca di luce e ossigeno ma le sue altre concentrazioni di gas idrogeno, nitrati, nitriti e protossido di azoto forniscono l’energia chimica necessaria a supportare questi ecosistemi microbici isolati”.