Spazio: l’Italia parteciperà alle prossime missioni della Nasa su Marte con un prezioso strumento tecnologico

MeteoWeb

Uno strumento italiano sara’ a bordo della prossima missione su Marte in programma per la Nasa: lo ha spiegato Enrico Saggese, presidente dell’Agenzia Spaziale Italiana (Asi), a margine della Giornata aerospaziale internazionale organizzata dall’Universita’ Sapienza di Roma. ”Abbiamo stretto un accordo – ha spiegato Saggese – con la Nasa per la missione Insight”, il prossimo ambizioso progetto dell’agenzia spaziale statunitense per l’esplorazione di Marte. ”Si chiama Dreams, sviluppato dai ricercatori dell’Universita’ di Padova, ed e’ ideato per lo studio dell’atmosfera marziana”, ha proseguito il presidente Asi. Lo stesso strumento sara’ a bordo anche in una delle due missioni europee ExoMars che verranno lanciate contemporaneamente a Insight. Le principali istituzioni spaziali statunitensi, Nasa e Jet Propulsio Laboratory (Jpl), ”stanno dimostrando una grande volonta’ di collaborazione e apertura con l’Italia. Questo grazie anche alla capacita’ di Carlo Buongiorno”, scomparso esattamente un anno fa. In relazione alle prossime missioni ExoMars, Saggese ha spiegato che ”per poter collaborare attivamente con la Nasa dobbiamo dimostrare loro che l’Europa ha le sue stesse capacita’ tecnologiche, e quindi non solo strumenti scientifici ma anche saper arrivare su Marte e posarvi sopra un rover”.