Terremoto Emilia, raggiunto l’accordo sui fondi Ue: confermati i 670 milioni di euro

MeteoWeb

Un accordo politico sullo stanziamento dei fondi per l’Emilia Romagna colpita dal terremoto e’ stato raggiunto a Bruxelles. “Il comitato di conciliazione – comunica il Consiglio Ue – ha raggiunto un accordo per lo stanziamento, al piu’ presto possibile, del fondo di solidarieta’ per l’Italia da 670 milioni come proposto dalla Commissione Europea”. L’accordo, precisa il Consiglio, “sara’ finalizzato nell’ambito dell’accordo complessivo” sul bilancio 2013. Il negoziato su questo si e’ interrotto oggi all’Ecofin ed e’ stato rinviato a martedi’ prossimo.

”Per l’Italia e’ molto importante che Commissione europea, Parlamento europeo e Consiglio europeo abbiano confermato il principio e il volume dello stanziamento di aiuti per l’Emilia Romagna”. Lo afferma l’ambasciatore italiano presso l’Ue, Ferdinando Nelli Feroci, al termine del consiglio Ecofin sui correttivi di bilancio 2012 e sul bilancio 2013 dell’Unione europea. Tutti gli stati hanno confermato il via libera ai 670 milioni di euro di aiuti proposto dalla Commissione europea, ma hanno legato l’ok nella negoziazione piu’ complessiva del bilancio 2013. le proposte correttive per il bilancio 2012 sono due: quella relativa agli aiuti per l’Emilia Romagna – da 670 milioni – e quella relativa a uno stanziamento aggiuntivo, da parte degli stati, di 9 miliardi. Alcuni paesi vorrebbero inserire nuova liquidita’ per un ammontare inferiore ai 9 miliardi proposti dalla Commissione europea. Non poter chiudere il bilancio 2012 rende impossibile, da un punto di vista contabile, definire quello del 2013. Sembra infatti che una delle proposte messe sul tavolo dalle delegazioni sia di spostare parte dei 9 miliardi per il 2012 al 2013.