Terremoto Emilia Romagna: rimosse 221 mila tonnellate di macerie

MeteoWeb

Sono 221 mila tonnellate le macerie rimosse, fino ad oggi, dai territori emiliani colpiti dal sisma che potranno essere utilizzate, risparmiando materiale naturale quale terriccio e ghiaia, nelle discariche per le coperture dei siti, per realizzare la viabilita’ e per opere accessorie. Nel dettaglio, l’ordinanza del presidente della Regione e commissario per la ricostruzione Vasco Errani dispone di utilizzare il materiale derivante dalle macerie attualmente stoccato all’interno degli impianti di prima destinazione quale materiale utile per la copertura finale dei siti, per la copertura giornaliera, per la realizzazione della viabilita’ interna delle discariche. Tutto cio’ e’ finalizzato a minimizzare la movimentazione del materiale, ad ottimizzare i costi e a conseguire un vantaggio ambientale, sempre garantendo sicurezza e tracciabilita’ dei materiali avviati al recupero. Intanto, proseguira’ la sperimentazione volta a valutare le modalita’ tecnico-economiche per raggiungere l’ottenimento di materie prime seconde (Mps) da utilizzare come materiale per rilevati stradali, derivante dalle procedure di demolizione selettiva degli edifici danneggiati.