21 dicembre 2012: ad Arezzo giovedì sera il “concerto per la fine del mondo”

MeteoWeb

Si aprira’ con un significativo ”Concerto per la fine del mondo” l’edizione 2012/2013 della stagione musicale ”Diventinventi”, organizzata dall’associazione ”Vox Cordis” e giunta alla quarta edizione. Il concerto, che vuole proporre la musica come antidoto alle paure, e’ in programma giovedi’ 20 dicembre, ovviamente alle 20.20, nella Chiesa di San Bernardo ad Arezzo ed e’, al di la’ del pretesto della profezia dei Maya, il tradizionale appuntamento di Natale che vedra’ impegnati il Coro Giovanile di Foiano diretto da Elisa Pasquini, lo ”Shining notes e Coro Piccole Note” diretto da Benedetta Nofri e il Vox Cordis Youth Choir e l’Insieme Vocale Vox Cordis diretti da Lorenzo Donati, che e’ anche il direttore artistico della rassegna. Caratteristica della stagione musicale di quest’anno e’ quella di aprirsi al pubblico invitandolo a diventare strumento musicale, come hanno spiegato la Presidente dell’Associazione Vox Cordis Gianna Baroni e il maestro Lorenzo Donati nella conferenza stampa di presentazione dell’iniziativa che si e’ svolta nel palazzo della Provincia. ”Proprio dal gioco di parole ‘Season 4 you’ e da una felice esperienza che da anni un amico del coro Vox Cordis realizza nel Nord Europa nasce l’idea di coinvolgere gli appassionati ascoltatori in un viaggio che, attraverso il canto, li guidi in un ascolto piu’ consapevole e divertito – hanno spiegato i promotori dell’evento – ‘All can sing’ significa che ognuno alle 20.20 potra’ provare ad essere corista, potra’ cercare di intonarsi, di armonizzarsi, con l’aiuto e lo stimolo dei cantori dell’Insieme Vocale Vox Cordis. Una scelta per conoscere la musica dall’interno, per praticarla e per gustarla in prima persona. Tutti possono cantare perche’ la voce e’ lo strumento di tutti e perche’ il canto deve poter essere liberato”. ”Ogni concerto avra’ un tema, anticipato alle 20.20 da un brano proposto al pubblico, e i programmi di questa stagione sono assai vari, dal coro femminile, al grande spazio offerto ai gruppi giovanili di ragazzi che ci restituiscono brani pop e contemporanei in forma polifonica, al canto carnascialesco, dalla musica dedicata alla Passione, ai grandi autori come Poulenc e Britten, dal Requiem di Mozart alle finali del Primo Concorso Nazionale per Direttori di Coro”, hanno concluso Gianna Baroni e Lorenzo Donati.