Allerta Meteo, il bollettino della protezione civile: forte maltempo al centro/nord, abbondanti nevicate al nord/ovest

MeteoWeb

Il transito di un’onda depressionaria d’origine atlantica convoglia verso l’Italia correnti umide e temperate che scorrono sopra allo strato di aria fredda presente nei bassi strati sulle zone pianeggianti del nord; tale evoluzione apportera’ diffuse precipitazioni, a prevalente carattere nevoso, soprattutto sulle zone centro-occidentali della pianura padana. Sulla base delle previsioni disponibili e di concerto con tutte le Regioni coinvolte, cui spetta l’attivazione dei sistemi di protezione civile nei territori interessati, il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso, pertanto, un avviso di condizioni meteorologiche avverse. L’avviso prevede, dalla sera di oggi, giovedi’ 13 dicembre, nevicate fino a quote di pianura su Piemonte, Lombardia, settori centro-occidentali dell’Emilia Romagna e Provincia autonoma di Trento, con apporti al suolo da deboli a moderati; il limite delle nevicate su Lombardia orientale e Provincia autonoma di Trento, dalla serata di domani risultera’ in progressivo rialzo al di sopra dei 500-800 metri. Il Dipartimento della Protezione Civile seguira’ “l’evolversi della situazione in contatto con le prefetture, le regioni e le locali strutture di protezione civile”.

Bollettino di Vigilanza Meteorologica Nazionale di oggi, giovedì 13 dicembre 2012 – Previsioni per domani, venerdì 14 dicembre:

Precipitazioni:
– sparse su Lazio meridionale, Molise, regioni meridionali della penisola e Sicilia orientale, localmente anche a carattere di rovescio o temporale specie sui settori tirrenici e ionici e sulla Puglia, con quantitativi cumulati da deboli a puntualmente moderati, generalmente più significativi sui settori tirrenici della Campania;
– da isolate a sparse sui restanti settori di Toscana, Lazio e Sicilia e su Umbria, Marche occidentali, settori occidentali e meridionali dell’Abruzzo, settori occidentali della Sardegna, settori orientali di Emilia Romagna e settori adriatici di Veneto e Friuli Venezia Giulia, con quantitativi cumulati deboli;
– da sparse a diffuse sul versante meridionale della Liguria e sull’alta Toscana, con quantitativi cumulati da deboli a moderati.
Nevicate: a tutte le quote su Valle d’Aosta, Piemonte, Lombardia, versante padano della Liguria, Emilia centro-occidentale, Trentino Alto Adige e sul Veneto occidentale, in graduale rialzo al di sopra degli 800-1000 m su Lombardia sud-orientale, Trentino meridionale e Veneto occidentale, con apporti al suolo generalmente deboli, fino a moderati sulle regioni di nord-ovest; inizialmente al di sopra dei 600-800 m sui settori alpini e prealpini di Veneto e Friuli Venezia Giulia, in rialzo al di sopra degli 800-1000 m, con apporti al suolo da deboli a moderati; inizialmente al di sopra dei 600-800 m sul versante meridionale della Liguria, in rialzo al di sopra dei 1000-1200 m, con apporti al suolo da deboli a moderati; inizialmente al di sopra degli 800-1000 m sull’Appennino toscano, in rialzo al di sopra dei 1300-1500 m, con apporti al suolo da deboli a moderati.
Visibilità: nessun fenomeno significativo.
Temperature: minime in sensibile aumento al Nord, in sensibile o marcato aumento al Centro-Sud; massime in aumento anche sensibile al Centro-Sud.
Venti: forti sud-occidentali lungo la dorsale appenninica; localmente forti dai quadranti meridionali sulle zone costiere delle regioni centro-meridionali; localmente forti settentrionali sulla Liguria;
Mari: generalmente molto mossi il Tirreno, il Mar Ligure al largo e lo Stretto di Sicilia; tendenti a molto mossi l’Adriatico al largo ed il Mar di Sardegna.

Bollettino di Vigilanza Meteorologica Nazionale di oggi, giovedì 13 dicembre 2012 – Previsioni per domani, sabato 15 dicembre:

Precipitazioni:
– diffuse, a prevalente carattere di rovescio, su Liguria di Levante, Appennino emiliano ed alta Toscana, con quantitativi cumulati da moderati a puntualmente elevati, specie sull’alta Toscana;
– da sparse a diffuse, anche a carattere di rovescio, su Lombardia, Triveneto, pianura emiliana, settori centrali ed orientali della Toscana, Umbria e settori orientali del Lazio, con quantitativi cumulati generalmente moderati;
– sparse sul resto del Nord, sui restanti settori di Toscana e Lazio, sui settori occidentali di Marche, Abruzzo, Molise, Puglia garnanica e Sardegna e su Campania, Basilicata e settori tirrenici settentrionali della Calabria, con quantitativi cumulati generalmente deboli.
Nevicate: inizialmente a tutte le quote su Valle d’Aosta, Piemonte, Lombardia occidentale, versante padano della Liguria, Emilia occidentale, in rapido e deciso rialzo da metà giornata con fenomeni in contestuale esaurimento, con apporti al suolo deboli sul comparto emiliano, generalmente moderati altrove; al di sopra degli 800-1000 m sui settori alpini e prealpini centro-orientali, in rialzo al di sopra dei 1000-1200 m, con apporti al suolo moderati, specie alle quote superiori.
Visibilità: nessun fenomeno significativo.
Temperature: in ulteriore rialzo al Centro-Sud, anche sensibile specie nelle minime.
Venti: forti o di burrasca sud-occidentali, con raffiche fino a burrasca forte, lungo la dorsale appenninica; forti dai quadranti meridionali, prevalentemente da sud-ovest, sulle regioni centro-meridionali, sui settori adriatici settentrionali e sul Golfo Ligure, con raffiche di burrasca specie sui settori tirrenici centrali, sui settori ionici, sulla Puglia e sulle isole maggiori.
Mari: agitati il Mar Ligure, il Mar di Sardegna ed il Tirreno settentrionale; molto mosso, tendente ad agitato, il Tirreno centrale; molto mosso, tendente ad agitato al largo, l’Adriatico; molto mosso lo Ionio; tendenti a molto mossi il Canale di Sardegna ed il Tirreno meridionale.