Allerta Meteo, il nuovo fronte minaccia il centro/nord: allarme-alluvione tra piogge torrenziali e neve in scioglimento, ore col fiato sospeso

    /
    MeteoWeb

    Sta ricominciando a nevicare sull’Italia nord/occidentale a causa di un nuovo ramo frontale della vastissima perturbazione Atlantica che avanza da nord/ovest verso sud/est, come possiamo vedere dalle mappe satellitari. E questo passaggio frontale sarà molto più intenso di quello della scorsa notte, anche se ormai il profilo della colonna d’aria si sarà “rovinato” su alcune zone della pianura Padana dove non nevicherà più ma ci sarà pioggia o gelicidio.
    La situazione del maltempo, però, è preoccupante non solo per la tanta neve che cadrà tra le Alpi e l’alta pianura Padana nord/occidentale, ma anche per il forte maltempo che si abbatterà sul centro/nord, tra Liguria e Toscana, con piogge torrenziali e zero termico in rapido aumento: sui bacini idrici arriveranno in poche ore ingentissime quantità d’acqua, tra quella già di per sè abbondante che cadrà dalle nubi e quella della neve in rapido scioglimento. Le prime forti piogge si verificheranno stasera dopo le 20:00 nella Liguria centro/orientale, tra Genova e la Spezia, mentre nevicherà nuovamente sul Piemonte e nella Lombardia settentrionale, con abbondanti accumuli soprattutto su comasco, bresciano e bergamasco.
    Nella notte i fenomeni si intensificheranno in tutto il centro/nord con forti temporali sulla Liguria di levante e sull’Appennino Ligure e Tosco/Emiliano. La neve continuerà a cadere copiosa anche sull’alta Lombardia e su tutto l’arco alpino, con forti piogge e tanto gelicidio in pianura Padana, tra Emilia Romagna, Veneto e Friuli. Domattina in Piemonte la situazione sarà in netto miglioramento mentre forti temporali insisteranno su Liguria di levante e nord/est, estendendosi in modo particolarmente “cattivo” su Friuli e Toscana, dove potrebbero verificarsi dei nubifragi importanti.
    Poi domani, nel corso della giornata, il maltempo insisterà all’estremo nord/est e nel Lazio, mentre la situazione andrà lentamente migliorando altrove. Ma sarà il momento della conta dei danni, anche perchè avremo anche forti venti di libeccio che sfioreranno i 100km/h tra il crinale Emiliano e l’alto Adriatico. Ci aspettano altre 24h di forte maltempo, che seguiremo live nel nostro Speciale aggiornato minuto per minuto.
    Non dimenticate, poi, le pagine del nowcasting: satellitisituazionefulminazioniradar webcam. Sulla nostra pagina di facebook trovate ulteriori aggiornamenti e potete interagire con la Redazione inviando foto, segnalazioni o qualsiasi tipo di riflessione. Se volete, scriveteci e inviateci le foto anche all’indirizzo di posta elettronica, redazione@meteoweb.it.