Allerta Meteo, la protezione civile è chiara: neve a quote molto basse domani e mercoledì al centro/sud

MeteoWeb

Nonostante stia passando molto in sordina, almeno a livello “mediatico”, il nuovo peggioramento ormai imminente di cui abbiamo parlato nel nostro ultimo bollettino previsionale porterà, oltre al gelo nelle Regioni centro/settentrionali e al freddo anche al sud, altra neve tra domani e dopodomani proprio nelle Regioni Adriatiche e meridionali. Lo conferma il bollettino emesso oggi dalla Protezione Civile per i prossimi due giorni, che pubblichiamo integralmente:

Bollettino di Vigilanza Meteorologica Nazionale di oggi, lunedì 10 dicembre 2012 – Previsioni per domani, martedì 11 dicembre:

Precipitazioni:
– sparse, anche a carattere di rovescio, sui settori costieri di Abruzzo meridionale, Molise e Puglia settentrionale, con quantitativi cumulati puntualmente moderati;
– da isolate a sparse sui restanti settori adriatici centro-meridionali, più probabili lungo i settori costieri, sulla Campania meridionale, sui settori tirrenici e meridionali della Calabria e sulla Sicilia settentrionale, con quantitativi cumulati deboli;
– isolate sul resto del meridione peninsulare, con quantitativi cumulati deboli.
Nevicate: al di sopra dei 300-500 m sui settori centrali adriatici, con apporti al suolo deboli; al di sopra dei 500-700 m sull’Appennino campano e lucano e sui rilievi della Puglia centro-settentrionale, con apporti al suolo deboli, fino a puntualmente moderati sul versante adriatico del Gargano; al di sopra degli 800-1000 m sull’Appennino calabrese e sui rilievi della Sicilia settentrionale, con apporti al suolo deboli.
Visibilità: nessun fenomeno significativo.
Temperature: in sensibile aumento nei valori minimi al meridione; valori minimi diffusamente inferiori allo zero al Centro-Nord, con punte di gelo intenso in Pianura Padana.
Venti: forti o di burrasca nord-occidentali su Sardegna, Sicilia e regioni meridionali della penisola, con raffiche di burrasca forte specie sulle isole maggiori, sui settori tirrenici e ionici e sulla Puglia; inizialmente forti settentrionali sulla Liguria e sulle regioni centrali, specie sui settori tirrenici ed adriatici, in decisa attenuazione nel corso della giornata; forti di Foehn sui settori alpini centro-occidentali, con sconfinamenti sulle prospicienti aree pianeggianti.
Mari: agitati il Mare ed il Canale di Sardegna, il Tirreno meridionale settore est, lo Stretto di Sicilia e lo Ionio al largo; molto mossi il Mar Ligure, il Tirreno settentrionale al largo, il Tirreno centro-meridionale settori ovest e l’Adriatico centro-meridionale.

Bollettino di Vigilanza Meteorologica Nazionale di oggi, lunedì 10 dicembre 2012 – Previsioni per dopodomani, mercoledì 12 dicembre:

Precipitazioni: da isolate a sparse sulla Puglia e sui settori tirrenici di Calabria e Sicilia, con quantitativi cumulati deboli.
Nevicate: fino a quote di pianura su Romagna e regioni centrali adriatiche, con apporti al suolo da deboli a moderati; al di sopra dei 300-500 m sui rilievi della Puglia, con apporti al suolo deboli; al di sopra dei 500-700 m sull’Appennino calabrese, con apporti al suolo deboli; al di sopra dei 700-900 m sui rilievi della Sicilia settentrionale, con apporti al suolo deboli.
Visibilità: nessun fenomeno significativo.
Temperature: in calo anche sensibile nei valori massimi al nord e sulle regioni centro-meridionali adriatiche, valori minimi diffusamente inferiori allo zero al Centro-Nord e localmente al Sud, con punte di gelo intenso in Pianura Padana.
Venti: inizialmente forti nord-occidentali sulle isole maggiori, in attenuazione.
Mari: inizialmente agitati, tendenti a molto mossi, il Canale di Sardegna e lo Stretto di Sicilia; molto mossi il Mar di Sardegna, il Tirreno meridionale, lo Ionio meridionale, l’Adriatico centrale ed il Mar Ligure settore di Ponente al largo, con moto ondoso in generale e progressiva attenuazione.