Allerta Meteo: temporali, forti venti e temperature in calo al centro/sud tra stasera e mercoledì. I dettagli e le mappe

    /
    MeteoWeb

    Come già anticipato nei nostri aggiornamenti previsionali, altre due perturbazioni attraverseranno l’Italia in questa settimana, prima dell’arrivo del Natale sulla cui evoluzione meteo pesa ancora una forte incognita difficile da districare. Ma nell’attesa di poter sciogliere l’attesissima prognosi per i giorni della festività natalizia, abbiamo molto di che parlare per queste due perturbazioni che colpiranno il nostro Paese in settimana. La seconda si verificherà tra venerdì 21 e sabato 22 dicembre, con forti temporali e venti ciclonici al centro/sud, ma ne parleremo meglio nei prossimi aggiornamenti. La prima, invece, è già in atto ed è quindi il caso di parlarne con maggior attenzione, e con tutti i dettagli del caso. Stamattina forti temporali hanno colpito la Toscana e nelle prossime ore il maltempo si estenderà a gran parte del centro/sud: la perturbazione si approfondirà fino a raggiungere i 1000hPanel corso della giornata di domani nel basso Adriatico, appena a largo delle coste pugliesi.
    Nel pomeriggio/sera di oggi piogge e temporali scivoleranno verso sud lungo le Regioni tirreniche colpendo Lazio, Campania e Calabria, mentre un altro ramo della perturbazione si porterà sull’Adriatico con altri temporali tra Marche, Abruzzo, Molise e Puglia settentrionale. Intanto si alzeranno forti venti di maestrale sul medio Adriatico e su tutto il Tirreno, con moto ondoso in aumento. Nella notte e nella mattinata di domani, martedì 18 dicembre, il maltempo si concentrerà al sud, nel basso Adriatico e nel basso Tirreno, con piogge sparse e temporali in Puglia, soprattutto sul Gargano, e tra Calabria e Sicilia tirreniche, dove si verificheranno i fenomeni più intensi: per circa 36h, da domani mattina fino a mercoledì sera, forti temporali interesseranno il catanzarese tirrenico, tutto il vibonese, il reggino tirrenico, il messinese e la Sicilia settentrionale, con forti temporali e piogge intense soprattutto tra Aspromonte, Peloritani, Nebrodi e Madonie. Nelle località più colpite potranno cadere fino a 130150mm di pioggia, e la città più colpita sarà Messina, dove potranno cadere fino a 90100mm di pioggia.
    Le temperature saranno in calo e si verificheranno abbondanti nevicate sui rilievi calabro/siculi, inizialmente (domani mattina) solo oltre i 1.700/1.800 metri di quota, ma in calo fino ai 1.200/1.300 metri di mercoledì sera. Attenzione anche ai forti venti di maestrale che arriveranno a soffiare fino a 8590km/h su molte zone del centro/sud provocando mareggiate sulle coste esposte. Sarà, insomma, un tipico peggioramento invernale anche perchè poi giovedì 20 farà più freddo, ma con le ultime precipitazioni residue, ormai in esaurimento: la perturbazione sarà infatti passata e si starà allontanando verso la Grecia e il mar Egeo.  La pausa di giovedì, dopotutto, sarà breve e isolata prima della nuova perturbazione che tra venerdì e sabato riporterà il maltempo soprattutto al centro/sud dove questo dicembre si continuerà a rivelare anche nei prossimi giorni come un mese eccezionalmente piovoso.