Allerta Meteo: tra domani sera e venerdì al nord arriva la neve dei Maya, il bollettino della protezione civile

MeteoWeb
Nebbia sul Po - Foto di Luca Ronca

Neanche il tempo di fare il punto sul forte peggioramento che negli ultimi tre giorni, da lunedì fino a oggi pomeriggio, ha colpito il Sud Italia che gli occhi sono già puntati sul prossimo peggioramento, il peggioramento dei Maya in quanto colpirà tutt’Italia nella giornata della fatidica profezia, venerdì 21 dicembre, anche se i primi fenomeni inizieranno a vedersi già da domani sera al nord con le prime nevicate in pianura. Come possiamo leggere dal bollettino della protezione civile che pubblichiamo integralmente per domani e per venerdì, la nuova perturbazione riporterà la neve in pianura Padana, dove si verificherà la 3^ nevicata di questa stagione invernale, per il 3° venerdì consecutivo, e poi anche forti temporali su gran parte del centro/sud tra venerdì e sabato mattina.
I dettagli:

IL BOLLETTINO DI VIGILANZA METEO DELLA PROTEZIONE CIVILE PER DOMANI, GIOVEDI’ 20 DICEMBRE:

Precipitazioni: tendenti a sparse su Liguria, Piemonte, Valle d’Aosta, Sardegna, Lombardia, , Trentino Alto Adige, settori occidentali di Veneto ed Emilia-Romagna e Toscana settentrionale, con quantitativi cumulati deboli.
Nevicate:
– al di sopra dei 200-400 m su Piemonte, entroterra ligure, Lombardia, Trentino Alto Adige, Veneto occidentale ed Emilia-Romagna occidentale, con quantitativi cumulati deboli;
– al di sopra dei 500-600 m sulle restanti zone di Liguria e alta Toscana, con quantitativi cumulati deboli.
Visibilità: locali banchi di nebbia al mattino sulla Pianura Padana.
Temperature: senza variazioni di rilievo.
Venti: forti settentrionali sulla Puglia e sui settori ionici, in attenuazione.
Mari: da molto mosso ad agitato lo Ionio, molto mosso l’Adriatico meridionale.

IL BOLLETTINO DI VIGILANZA METEO DELLA PROTEZIONE CIVILE PER DOMANI, VENERDI’ 21 DICEMBRE:
Precipitazioni: sparse, anche a carattere di rovescio o breve temporale, su tutte le regioni centro-meridionali, con quantitativi cumulati deboli o puntualmente moderati.
Nevicate: fino localmente a quote di pianura su Emilia Romagna e su Lombardia e Veneto meridionali, con quantitativi cumulati deboli; al di sopra dei 600-800 m sulle regioni centrali; sopra i 800-1000 m al sud.
Visibilità: nessun fenomeno di rilievo.
Temperature: senza variazioni di rilievo.
Venti: forti nord-occidentali sulla Sardegna; tendenti a forti da nord-ovest su Sicilia e Calabria, con raffiche di burrasca nel pomeriggio; localmente forti settentrionali sul resto del centro-sud.
Mari: molto mossi i bacini occidentali, tendenti ad agitati il Tirreno meridionale e lo Stretto di Sicilia.