Alluvione Toscana, a un mese dal disastro via ai primi 121 interventi di ripristino e messa in sicurezza

MeteoWeb

121 interventi di ripristino e messa in sicurezza gia’ avviati o che lo saranno prima del 31 dicembre, 128 al via entro febbraio, 46 entro la fine di marzo: e’ questa lo stato di attuazione del pacchetto di 295 interventi avviati per le aree toscane colpite dall’alluvione dell’11 e 12 novembre. Il quadro e’ emerso nel corso della serie di riunioni convocare oggi a Firenze dal presidente della Regione Toscana Enrico Rossi, presente l’assessore all’ambiente Anna Rita Bramerini, per far il punto sull’andamento delle progettazioni e dei lavori finanziati dalla Regione Toscana con 100 milioni di euro all’indomani degli eventi alluvionali. ”Dobbiamo dare una risposta tempestiva – ha esordito il presidente Rossi – un segnale di efficienza, aprendo tutti i cantieri nei tempi previsti. E se su alcune opere vi sono difficolta’ segnalatecelo subito – precisa il presidente rivolto ai sindaci – e insieme possiamo trovare le soluzioni, in modo da evitare ritardi e commissariamenti”. Il pacchetto di 295 interventi ”indifferibili e urgenti” e’ finalizzato a ripristinare viabilita’ interrotte, a ricostruire argini, ponti, a sistemare o ripristinare i reticoli idraulici e a mettere in sicurezza le parti del territorio piu’ colpite. Gran parte di queste opere riguardano la provincia di Grosseto (ben 234 su 295), il resto Massa Carrara (30) e quindi a seguire altre 5 province: Lucca (11), Siena (9), Arezzo (5), Pistoia (5), Pisa (1). ”A un mese esatto dagli eventi quasi il 40% delle opere sono partite, tutte le altre lo saranno nei primissimi mesi del 2013 ” ha sintetizzato il presidente Rossi. ”Mi pare un avvio significativo – ha proseguito Rossi – Alla tempestivita’ con cui abbiamo determinato una variazione di bilancio cosi’ consistente, e alla celerita’ di approvazione, tra l’altro all’unanimita’, del consiglio regionale, e’ necessario segua una rapida e efficiente realizzazione degli interventi. La riunione di oggi quindi da una parte e’ servita a fare una fotografia aggiornata di quanto fatto, e a constatare che vi e’ stato un buon avvio, ma dall’altra anche a tenere altissimo l’impegno affinche’ si rispetti la tabella di marcia che prevede l’avvio di tutti i cantieri nei primissimi mesi del nuovo anno”. Grosseto. Nell’area piu’ colpita dalle alluvioni dell’11 e 12 novembre sono partiti ( o lo saranno tuttalpiu’ entro fine mese) 109 interventi su 234. Queste opere coprono quasi 15 milioni dei 52,3 milioni di euro stanziati per quest’area. Entro febbraio partiranno ulteriori 107 interventi (per 23,2 milioni di euro) e subito dopo, comunque entro marzo i restanti 18 (per 14,4 milioni).  Massa Carrara Sono 9 su 30 gli interventi gia’ avviato o che lo saranno entro il prossimo 31 dicembre. Opere che coprono circa 8 milioni dei 24,2 destinati a quest’area. Altri 6 interventi per 3,5 milioni partiranno entro febbraio, 15 per 12,8 milioni subito dopo e comunque entro il mese di marzo. Le altre province. In provincia di Lucca sono partiti i primi tre interventi e i restanti 8 partiranno entro febbraio. In provincia di Siena il via alle prime 2 opere e’ previsto entro febbraio mentre le restanti 7 partiranno entro marzo. In provincia di Pistoia l’avvio della realizzazione di 5 interventi e’ prevista entro febbraio, in quella di Arezzo entro marzo. Infine l’unico intervento nel pisano prendera’ il via entro marzo 2013.