Astronomia: il telescopio di Galileo in mostra in Russia

MeteoWeb

L’astronomia come una delle piu’ antiche e preziose eccellenze italiane nel mondo viene presentata a Mosca, presso l’Ambasciata italiana, attraverso l’esposizione di due tra le ”opere” che hanno dato vita alla ”scienza nuova”, rivoluzionando il modo di studiare l’Universo: il telescopio di Galileo, col quale e’ stata aperta la strada all’astronomia moderna e il rivoluzionario testo ”Sidereus Nuncius”(1610). Lo rende noto la Farnesina, con una nota sul suo sito web, presentando la conferenza ”Eccellenze scientifiche e tecnologiche in astronomia”. L’iniziativa si colloca nel quadro di ”Exhibitaly”, la manifestazione sostenuta dal governo per promuovere il made in Italy di alto livello nella Federazione russa e che si concludera’ il 6 gennaio dopo quattro mesi di mostre ed eventi nel cuore di Mosca. Esempio dell’eccellenza italiana nel settore astronomico e’ stata la costruzione del telescopio dell’Eso (l’Organizzazione europea per la ricerca astronomica) a grande campo Vst. A questa impresa, gestita per conto dell’Eso e dell’Inaf dall’osservatorio di Capodimonte e dal suo direttore, Massimo Capaccioli, hanno dato un contributo essenziale il gruppo industriale Eie di Venezia e la compagnia di Stato russa Lzos a Lytkarino, di cui in ambasciata saranno esposti per l’occasione gli specchi per telescopi moderni.