Buco coronale sull’arto meridionale del Sole: flusso di vento solare in fuga nello spazio

MeteoWeb
Credit: SDO - NASA

La Terra sta entrando in un flusso ad altà velocità del vento solare, un flusso di particelle cariche emesso dall’alta atmosfera del Sole e generato dall’espansione continua nello spazio interplanetario della corona solare. Questo flusso è principalmente composto da elettroni e protoni, con temperature e velocità variabili nel tempo e con andamenti legati al ciclo undecennale dell’attività solare. Queste particelle sfuggono alla gravità del Sole per le alte energie cinetiche in gioco e l’alta temperatura della corona che accelera, trasferendo ulteriore energia, le particelle. La sorgente, un buco coronale sul Sole, è mostrato nell’immagine in allegato ripresa dal Solar Dynamics Observatory della NASA durante le prime ore di oggi, 17 Dicembre 2012. Un buco coronale è un’area dellatmosfera solare in cui il campo magnetico si apre e permette al vento solare di fuggire. Questa formazione, in particolare, si trova nell’estrema parte meridionale del globo della nostra stella, per cui il flusso in viaggio nello spazio non si sta dirigendo direttamente verso il nostro pianeta, il quale verrà solamente sfiorato come accade innumerevoli volte. Al momento le previsioni dell’agenzia federale statunitense per la meteorologia (NOAA), indicano una probabilità del 20% di potenziali tempeste geomagnetiche. Conseguentemente, sono attese le bellissime aurore polari visibili alle alte latitudini.