Clima: gli Usa andrebbero verso inverni sempre più caldi con meno nevicate

MeteoWeb

Inverni più caldi, con precipitazioni piovose piuttosto che nevicate: queste le previsioni dei ricercatori dell’Università del Massachusetts, i primi ad applicare dei modelli climatici a breve termine su scala regionale per la regione orientale degli Stati Uniti. Come riporta il sito di Science Daily, le stime riguardano il periodo che va dal 2040 al 2070 e sono state ottenute utilizzando diversi modelli climatici e simulazioni con un’elevata risoluzione geografica. L’aumento delle temperature medie è compreso fra i 2 e 3 gradi centigradi, con picchi locali fino a 3,5 gradi; le piogge saranno in aumento, specie nel periodo invernale, ma non in modo uniforme in tutta la regione. Le stime presuppongono un aumento delle emissioni di CO2 dalle attuali 400 parti per milione a un massimo di 600 ppm nel 2070, ovvero uno degli scenari peggiori posisbili: tuttavia, notano i ricercatori, non vi sono indicazioni di un impegno serio da parte della comunità internazionale per una riduzione dei gas serra.