Emergenza freddo, a Firenze sono già attivi i posti aggiuntivi per i senzatetto

MeteoWeb

Torna l’accoglienza invernale per i senza fissa dimora a Firenze, dove quest’anno si aggiunge anche un protocollo tra Comune e Azienda sanitaria, che vuole contrastare un fenomeno cresciuto negli ultimi anni creando non pochi problemi agli operatori sanitari e agli utenti degli ospedali: l’utilizzo delle sale di attesa dei pronto soccorso come ricoveri notturni e a volte anche diurni da parte dei senza fissa dimora. ”Come ogni inverno l’Amministrazione ha predisposto una quota di posti straordinari che, dal 15 novembre, si sono aggiunti a quelli gia’ a disposizione tutto l’anno – spiega l’assessore alle politiche sociali, Stefania Saccardi -. Si tratta di 140 posti che si sommano agli oltre 600 dell’accoglienza ordinaria, i 200 per i rifugiati e richiedenti asilo e altrettanti per i minori. Si tratta di una offerta di grande rilievo e che punta ad offrire non soltanto assistenza ma anche percorsi di reinserimento nella societa”.’ I posti aggiuntivi a disposizione per il periodo invernale (15 novembre-31 marzo) sono 140 (120 dell’Amministrazione comunale e 20 della Caritas) suddivisi principalmente in tre strutture: l’Ostello del Carmine per uomini; la Foresteria Pertini sempre per uomini; la Foresteria Fuligno per donne e donne con figli. I primi quindici giorni sono gratuiti per tutti gli utenti, dopo di che, a meno di casi particolari indicati dagli operatori, scatta l’obbligo del pagamento della quota di 1 euro al giorno per gli uomini adulti e le donne (i minori non pagano). Per le persone che hanno difficolta’ e’ comunque previsto un meccanismo di esenzione. Per quanto riguarda i dati dell’inverno scorso, le strutture hanno accolto 493 persone: 390 uomini (in calo rispetto all’anno precedente) tra cui 121 italiani e 284 stranieri; 103 donne (in aumento rispetto all’anno precedente) sia sole che con figli minori. La nazionalita’ piu’ presente e’ stata quella italiana, seguita da quella rumena, tunisina e marocchina. L’eta’ media degli ospiti e’ stata di 44 anni con una differenza tra italiani e stranieri: i primi sono risultati piu’ ‘anziani’, con un’eta’ media di 48 anni, gli stranieri si sono fermati a 42. Soltanto due gli anni di differenza fra l’eta’ media degli uomini (44 anni) e delle donne (42).