Freddo e maltempo in tutt’Europa: i Paesi dell’est sono paralizzati dalla neve, il punto della situazione

MeteoWeb

Mentre l’Italia in queste ultime ore e’ stata battuta da temporali accompagnati da grandinate, che pur risparmiando il nord, ha colpito le regioni centromeridionali tirreniche, in Europa si battono i denti. Dalla Russia alla Finlandia, dalla Danimarca alla Germania, dalla Polonia alla Francia, dalla Svezia alle Repubbliche Baltiche, l’Europa e’ nel gelo, con minime che ad Helsinki e Oslo hanno fatto registrare i -19 ed i -15 gradi. Tre sciatori sono stati travolti da una valanga a Tignes, nelle Alpi della Savoia francese, e ritrovati ancora in vita sono stati ricoverati all’ospedale di Grenoble. I tre stavano sciando fuoripista nel settore di Toviere, sul versante nord, nonostante le condizioni meteorologiche incerte, quando sono stati sorpresi dalla valanga, che li ha trascinati a valle. L’aeroporto di Stoccolma, principale scalo svedese dove oggi erano attesi i vincitori dei premi Nobel per la cerimonia di consegna, e’ rimasto invece paralizzato per una tempesta di neve che ha fatto registrare una coltre di 30 centimetri. Forti precipitazioni nevose nella Gran Bretagna del Sud hanno costretto alla chiusura, nel corso della mattinata, degli aeroporti di Stansted e Luton a pochi chilometri dalla capitale del Regno Unito. Problemi anche a Manchester, mentre a Mosca, l’aeroporto di Vnukovo e’ costretto a chiudere la pista per 15 minuti ogni ora, per poterla pulire e liberare dal ghiaccio.