Il ciclone Evan devasta le isole Samoa: 2 morti, bambini dispersi e arcipelago devastato. Le foto del disastro

    /
    MeteoWeb

    Almeno due persone sono rimaste uccise nello stato-arcipelago di Samoa nel Pacifico, colpito dal ciclone Evan, e diverse altre risultano disperse, fra cui un gruppo di bambini trascinati via da un fiume in piena. Il ciclone, descritto da testimoni come il piu’ violento in decenni, ha colpito le isole giovedi’ pomeriggio, sradicando alberi, abbattendo linee elettriche e causando inondazioni che hanno sommerso anche il centro della capitale Apia e diversi luoghi di villeggiatura. Il governo ha decretato lo stato di disastro nazionale. ”L’elettricita’ e’ interrotta in tutto il Paese e potra’ non tornare per almeno due settimane.
    La principale centrale elettrica di Tanugamanono e’ completamente distrutta”, ha detto una portavoce dell’Ufficio gestione disastri. ”Ospedali e altri servizi essenziali usano generatori stand-by, le forniture d’acqua sono interrotte e la maggior parte delle strade sono intralciate da alberi e da pali della luce caduti. Centinaia di persone languono in centri di evacuazione”, ha aggiunto. Secondo il servizio meteorologico, il ciclone si distingue per la natura imprevedibile, e i venti previsti non danno alcuna indicazione di quanto forte puo’ essere l’impatto. Dopo essersi diretto verso il largo, il ciclone ha cambiato direzione e minaccia nuovamente Apia, e si teme che possa intensificarsi a categoria cinque e minacciare anche Tonga e poi le Figi.